Prima Pagina>Cronaca>Firenze, la salva da un ladro e lei per “premio” sposa il suo eroe
Cronaca

Firenze, la salva da un ladro e lei per “premio” sposa il suo eroe

Se si è destinati a stare insieme, state tranquilli che Cupido un modo lo trova. Caterina e Gabriele si sono conosciuti nel 2009 “grazie” allo scippo subito dalla donna, sventato proprio dal suo salvatore. Ieri si sono sposati

Prato – Prato – Cupido l’originale ha centrato ancora una volta il bersaglio: tra Caterina Badalassi e Gabriele Nincheri, di 43 e 46 anni, più che di un colpo di fulmine si è trattato di un “colpo ladresco”. Ieri si sono sposati a Camignano, in provincia di Prato.

Siamo a Firenze, anno 2009: nei pressi della fermata dell’autobus, uno scippatore strappa la borsetta a Caterina e la scaraventa a terra. Gabriele, che assistite alla scena, rincorre il malvivente, lo ferma, si riprende il maltolto e torna da Caterina per soccorrerla.

Uno scippatore ha adocchiato la bella ragazza che sarebbe diventata mia moglie alla fermata dell’autobus e ha tentato di rubarle la borsetta. Lei ha reagito e lui l’ha scaraventata a terra e l’ha picchiata“, è così che Gabriele racconta al Corriere della Sera la circostanza in cui ha conosciuto Caterina.  “Ho visto il bandito, l’ho rincorso, l’ho bloccato e l’ho consegnato ai carabinieri. Poi sono tornato indietro per capire come stava quella povera ragazza“.

Caterina aveva il volto tumefatto e lividi ovunque. “Mi ha tenuto la mano, mi ha dato conforto e ha chiamato subito i soccorsi” dice la sposina che, a suo tempo, appena uscita dall’ospedale, è tornata all’edicola per ringraziare l’uomo che l’ha aiutata.

Ma la scintilla non è scoccata subito, bensì fuori dal Tribunale durante il processo contro l’autore dello scippo. Uno sguardo e, chissà, qualche farfallina nello stomaco. Fatto sta che i due si sono dati appuntamento per uscire insieme.

Nessuno avrebbe potuto immaginare, nove anni dopo, che saremmo diventati marito e moglie“, raccontano gli sposi. Quasi quasi arrivano anche a ringraziare lo scippatore che, per la cronaca, “Non ha fatto nemmeno un giorno di galera“, dice Gabriele.

Resta il fatto che da una cosa brutta è nata una cosa bella, di quelle che il nostro quotidiano ama raccontare: “È stata la nostra fortuna”, hanno detto infatti i due neo sposi.

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *