Papa Francesco lo ha nominato visitatore apostolico a carattere speciale per la parrocchia di Medjugorje, a tempo indeterminato e ad nutum Sanctae Sedis.

La missione che mi viene affidata è finalizzata all’implementazione pratica delle soluzioni pastorali in modo che la Chiesa possa meglio venire incontro alle necessità dei 2,5 milioni di pellegrini che ogni anno arrivano a Medjugorje“, è stato il primo commento di monsignor Henryk  Hoser, arcivescovo-vescovo emerito di Warszawa-Praga (Polonia).

Papa Francesco lo ha nominato visitatore apostolico a carattere speciale per la parrocchia di Medjugorje, a tempo indeterminato e ad nutum Sanctae Sedis.

Si tratta di un incarico esclusivamente pastorale, rende noto il Vaticano, in continuità con la missione di Inviato Speciale della Santa Sede per la parrocchia di Medjugorje, affidata a monsignor Hoser l’11 febbraio 2017.

“La missione del visitatore apostolico”, precisa la sala stampa vaticana, “ha la finalità di assicurare un accompagnamento stabile e continuo della comunità parrocchiale di Medjugorje e dei fedeli che vi si recano in pellegrinaggio, le cui esigenze richiedono una peculiare attenzione”. Sulla veridicità delle apparizioni mariane il Vaticano non si pronuncia ancora, ma monsignor Hoser è molto favorevole al riconoscimento.

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *