Prima Pagina>Cronaca>La coppia del meme più popolare sui social ora fa lo spot per la famiglia di Orban 
Cronaca

La coppia del meme più popolare sui social ora fa lo spot per la famiglia di Orban 

meme orban 

Sono diventati una delle coppie più famose del web. Sono un uomo e una donna, camminano per strada, lui viene comprensibilmente distratto dal passaggio di un’attraente estranea e la cosa alla fidanzata non va affatto giù. Una scenetta che viene utilizzata spessissimo sui social come meme, buono per rappresentare il tradimento o una slealtà nei confronti dei nostri legami. Ma quello sguardo malizioso al lato B della sconosciuta pare che sia solo l’inizio della storia tra i due modelli, così come ha scoperto un utente su Twitter un paio di anni fa:

Una storia intensa e non certamente felice, quella ricostruita da Andrew J Abernathy, ma la realtà è che i due modelli sono protagonisti degli scatti di un fotografo di nome Antonio Guillem e, come si può notare sul suo sito, sono stati ritratti in centinaia di scatti in centinaia di diverse situazioni, anche se lui che concede quello sguardo da provolone per strada resta certamente il più famoso.

Oggi però la coppia torna con un altro capitolo della loro love story, e non in rete ma nei cartelloni pubblicitari di tutta l’Ungheria. Infatti i due ragazzi, lieti e spensierati sul divano di casa, sono stati scelti dall’ultranazionalista Viktor Orban per promuovere la campagna per l’incremento demografico.

Abolizione dell’imposta sul reddito per tutte quelle mamme con quattro o più figli, un vero e proprio occhiolino strizzato alle donne per partorire il più possibile altri cittadini rigorosamente ungheresi. Chissà se chi ha curato la campagna era a conoscenza della tormentata storia tra i due, certamente se famiglie si dovranno creare, in Ungheria o altrove, meglio stare attenti se uno dei due partner si volta o meno a guardare altre persone mentre cammina per strada, potrebbe essere presagio di spiacevolissime sventure amorose.

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it.
Se invece volete rivelare informazioni su questa o altre storie, potete scriverci su Italialeaks, piattaforma progettata per contattare la nostra redazione in modo completamente anonimo.

Rispondi