Prima Pagina>Cronaca>Milano dichiara guerra. Non a Federico Barbarossa ma ai tassisti abusivi
Cronaca

Milano dichiara guerra. Non a Federico Barbarossa ma ai tassisti abusivi

E’ sempre più diffuso il fenomeno dei tassisti abusivi a Milano. Parte una campagna sui media, nelle stazioni, negli aeroporti e nelle zone della movida, che diffidi turisti e non dall’effettuare corse con tassisti non autorizzati
autorizz

Milano capitale. Dei tassisti abusivi. E’ una della città europee maggiromante “strangolata” da questo “serpente” che vede ormai attivi protagonisti soggetti provenienti da ogni parte del mondo. Ben 420 abusivi sono quelli di Uber dotati di una app fuorilegge. Si trovano nei cuori nevralgici della città, specie durante i grandi appuntamenti ed eventi che la città meneghina organizza a livello mondiale. E la Regione Lombardia è pronta con un’offensiva contro i fuorilegge. Entro fine anno 
per contrastare il fenomeno dell’abusivismo dei taxi  sta lavorando per
realizzare una campagna sui media, nelle stazioni, negli aeroporti e nelle zone della movida, che diffidi turisti e non dall’effettuare corse con tassisti non autorizzati.
L’iniziativa rientra nell’ambito di un progetto formativo cofinanziato da Regione, Stato e Comunita’ europea, ideato e realizzato dalla autorevole Scuola del Corpo della Polizia Locale di Milano.
 

taxi abusivi

Foto sotto: due tassisti picchiano un abusivo (milanotoday.it) 

Rispondi