Prima Pagina>Cronaca>Notre-Dame dolore e tanta ipocrisia sul degrado
Cronaca Sociale

Notre-Dame dolore e tanta ipocrisia sul degrado

 

Politici, miliardari, attori: tutti con le mani nei capelli, tutti pronti a sciorinare parole d’amore e a elargire milioni per fare “risorgere” la cattedrale parigina.Macron ha annunciato una colletta mondiale. Ma quando Notre-Dame cadeva a pezzi e c’era bisogno di fondi per salvarla dagli acciacchi del tempo e dello smog regnava il silenzio. All’epoca, e parliamo solo di due anni fa, venne lanciato un vero e proprio SOS per salvare il simbolo della cristianità. Tutti muti. Soprattutto lo Stato. Non poteva andare altrimenti in effetti: nella laicissima Francia lo Stato si voltava dall’altra parte

Advertisements
e lasciava ai privati l’onore e l’onere di finanziare i restauri.(fonte il giornale.it)

Advertisements

Il prof. Antonio  Guidi commenta la drammaticità dell’accaduto.