Prima Pagina>Cronaca>Ostetrica fa carriera in Svizzera, perché in Italia cercano solo baristi e camerieri
Cronaca

Ostetrica fa carriera in Svizzera, perché in Italia cercano solo baristi e camerieri

Nonostante gli studi e gli sforzi per diventare una brava infermiera, non riuscendo a trovare lavoro nelle strutture ospedaliere una giovane di Pordenone si è trasferita nel Paese elvetico, dove ha trovato subito un impiego

Di ragazzi che scelgono l’estero all’Italia, lasciando affetti e amici, se ne leggono quasi ogni giorno. L’ultima è di una giovane di Panigai, nel Pordenonese, che, snobbata dall’Italia, sta facendo molto bene in Svizzera, dov’è stimata e apprezzata. Una storia come altre e raccontata nel bollettino parrocchiale l’Arcon. Come racconta Il Gazzettino, lei si chiama Silvia Celant, ha 30 anni, e fa l’ostetrica a Bellinzona, in Svizzera. Dopo il diploma, si è iscritta all’Università di Udine seguendo dei corsi triennale d’Infermieristica.

Nonostante l’impegno e la passione, in Italia non sentiva di poter realizzare quel sogno che cullava una volta intrapreso il percorso di studi. Così ha pensato bene di “sfruttare” gli zii residenti nel paese elvetico e, inoltrando loro il curriculum, li hanno consegnati ai vari ospedali della zona.

Con la sua sorpresa e felicità, dopo poco tempo è giunta la chiamata per un posto di ostetrica da ottenere dopo quattro-sei mesi di prova. Ma il tragitto comportava otto ore di auto e allora ha tentato con il Ticinese. Dove tutto è andato per il verso giusto. A Bellinzona ha dovuto superare il classico tirocinio ma poi ha ottenuto un’assunzione a tempo indeterminato.

Una vita e una carriera in Svizzera sì ma senza dimenticare la sua famiglia in Italia dove torna appena le è possibile.  

Rispondi