Prima Pagina>Cronaca>Piccoli grandi eroi al Summer Jamboree
Cronaca

Piccoli grandi eroi al Summer Jamboree

Per l’ottavo anno consecutivo la Lega del Filo d’Oro è partner etico del Summer Jamboree, il principale festival europeo dedicato alla cultura e alla musica americana degli anni ’40 e ’50, che si terrà dal 31 luglio all’11 agosto a Senigallia. La Lega del Filo d’Oro sarà in Piazza Manni con uno stand coloratissimo: i protagonisti saranno proprio alcuni bambini assistiti dall’Associazione che, vestendo i panni dei loro eroi preferiti, mostreranno a tutti quanto possono diventare straordinarie le sfide che devono affrontare ogni giorno.

«Siamo molto felici di essere ancora una volta partner etico del Summer Jamboree, perché questa importante partnership che si è consolidata nel tempo ci ha permesso di sensibilizzare e far conoscere a un numero sempre maggiore di persone la nostra realtà e le sfide che quotidianamente devono affrontare i nostri utenti», dichiara Rossano Bartoli, Presidente della Lega del Filo d’Oro. «Quest’anno nel nostro stand i protagonisti saranno Biagio Luigi, Nicole, Nicolò e Francesco, bambini affetti da severe disabilità che tutti i giorni affrontano con coraggio, da veri eroi, l’impossibilità di vedere, sentire, muoversi, ma che con grande impegno hanno imparato ad utilizzare al meglio le loro abilità residue. La loro straordinaria determinazione è per tutti noi un grande esempio e ci tengo a ringraziare fin da ora gli organizzatori Angelo Di Liberto e Alessandro Piccinini, il Comune di Senigallia e i numerosi partecipanti del Festival per averci supportati in questi otto anni, rispondendo sempre calorosamente alle nostre iniziative», conclude Bartoli.

Nello stand di Piazza Manni verrà allestito anche un coloratissimo set fotografico dove, a fronte di un piccolo contributo, gli ospiti del Summer Jamboree potranno partecipare ad un divertente shooting fotografico, il cui ricavato sarà devoluto alla Lega del Filo d’Oro. I fondi raccolti saranno destinati alla Campagna #EroiOgniGiorno, per ampliare la strumentazione necessaria per la diagnosi, la valutazione funzionale e la riabilitazione sensoriale dei bambini affetti da malattie rare, come la sindrome di Charge e la sindrome di Usher, tra le principali cause della sordocecità per il gli utenti che arrivano al Centro Diagnostico dell’Associazione.

Fonte

 

 

https://blogcq24.net/

Il Network dei Blogger indipendenti seguici su Telegram

Rispondi