Prima Pagina>Cronaca>Proposta choc a Parigi, tangenziale diventi strada cittadina
Cronaca

Proposta choc a Parigi, tangenziale diventi strada cittadina

 

Una vera rivoluzione per il traffico attorno a Parigi quella ipotizzata dal sindaco Anne Hidalgo e contenuta in un corposo documento (277 pagine) reso pubblico ieri dal Conseil de Paris.

Dopo 5 mesi di lavoro – si legge nel comunicato della municipalità – un comitato allargato ha esaminato la situazione del cosiddetto boulevard périphérique (l’anello che dal 1973 funge da tangenziale attorno alla Capitale francese, ospitando 1,2 milioni di veicoli al giorno) e le soluzioni che sono, a detta degli esperti chiamati a pronunciarsi dalla Hidalgo, percorribili per migliorare la mobilità e l’inquinamento sonoro e dell’aria.

Sono state descritte 40 misure da prendere entro il 2030 per trasformare questa tangenziale a 4-6 corsie – analoga a quelle di Milano e di Roma – in quello che viene definito un ‘boulevard urbano’, dove le auto, le moto e i veicoli per le merci si muoveranno a non più di 50 km/h, e dove ampi spazi saranno restituiti ai cittadini sulla base di concorsi per creativi (architetti, designer del verde, ecc.) sul tema ‘Périph’ sans voitures’.

L’arrivo della super-limitazione a 50 km/h e il contemporaneo divieto di circolazione dei mezzi merci oltre le 3,5 tonnellate – cioè più grossi dei comuni furgoni – dovrebbe scattare, secondo la Hidalgo, dal 2024.

Una seconda scadenza – si legge nel rapporto – prevederà la trasformazione delle corsie ‘abbandonate’ per la riduzione del traffico in spazi verdi, tanto da fare del périphérique parigino un ‘boulevard da attraversare a piedi’.

 

 

 

 

Rispondi