Prima Pagina>Cronaca>Roma blindata dopo la minaccia di un attacco terroristico dell’Isis
Cronaca

Roma blindata dopo la minaccia di un attacco terroristico dell’Isis

Nella capitale sono state rafforzatele misure antiterrorismo dopo una “soffiata”, arrivata dalla Tunisia, di un possibile attacco nel centro di Roma da parte di un “lupo solitario” tunisino

La segnalazione di un possibile attacco terroristico a Roma, inviata dall’ambasciata italiana a Tunisi, ha provocato un innalzamento delle misure antiterrorismo già alte a causa dell’allarme terrorismo internazionale. 

La direzione centrale della polizia di prevenzione del Ministero dell’Interno è stata avvertita dalla nostra delegazione diplomatica in Tunisia di una lettera anonima in cui si annunciava una possibile minaccia terroristica a opera di  un cittadino tunisino, convertito all’Isis, nel centro di Roma. Il presunto terrorista si chiamerebbe Atef Mathlouthi, 41 anni, arrestato varie volte dalla polizia per spaccio di stupefacenti. L’uomo è sospettato di essere un islamista radicale.  La sua foto segnaletica è già stata diramata a tutte le forze dell’ordine. .

La segnalazione di un possibile attentato è stata ritenuta affidabile sia dall’ambasciata di Tunisi che dal Ministero dell’Interno. Per questo le autorità hanno deciso di blindare la capitale innalzando la vigilanza sugli obiettivi sensibili, sui musei, sulle piazze ad alta densità di turisti. Un’attenzione tutta particolare è stata riservata alle iniziative religiose legate alle festività Pasquali: massima allerta per la via Crucis di venerdì sera al Colosseo e per le funzioni religiose nelle chiese del centro storico e nelle basiliche. 

Massiccia la sorveglianza per la messa del Crisma officiata dal Papa nella basilica vaticana in programma giovedì 29 marzo alle 9.30. Poi per la visita, sempre del Pontefice, nel carcere di Regina Coeli per la tradizionale lavanda dei piedi, per la veglia pasquale di sabato, la messa di Pasqua di domenica e per l’Angelus del 2 aprile alle 12, quando il Sommo Pontefice si affaccerà sulla piazza per il saluto alla folla di credenti. 

Presidiati i palazzi istituzionali: Quirinale, Camera, Senato, Presidenza del Consiglio e Corte Costituzionale. Controllati da agenti sia in divisa che in borghese i centri commerciali, le zone pedonali, le stazioni ferroviarie, la metropolitana e gli aeroporti. Potenziato il numero degli agenti impiegati nel controlli ai valichi di frontiera.

 

 

 

Rispondi