Prima Pagina>Cronaca>Roma, voragine sull’Appia. Questa sì che è una “grande buchezza”
Cronaca

Roma, voragine sull’Appia. Questa sì che è una “grande buchezza”

Una buca di grandi dimensioni si è aperta su una vita trafficata di Roma. Non ci sono state vittime anche se la paura è stata tanta: una volta passata, tra i romani è tornata la voglia di sfottòh: “Scendiamo a fare una passeggiata per rovine?”

Pensavano di scrivere frasi spiritose i romani sul web per ironizzare sui tanti “crateri” che funestano le strade della capitale. Titoli dei film “rivisitati” in chiave “bucolica”, foto di pescatori improvvisati a bordo strada con esca immersa nelle buche, addirittura il sindaco di Roma con l’acqua fino al collo dentro una voragine che dice “Tutto a posto, ancora si tocca”.

Invece nello squarcio che si è aperto sotto il manto stradale all’altezza del numero 57 della Circonvallazione Appia, tra due auto in sosta rimaste in bilico, non si toccherebbe per riente se si allagasse. Perché è davvero enorme: è largo tre metri, lungo cinque, profondo sei. “Altro che si tocca, ci si potrebbe fare una lezione di sub”, hanno detto ridacchiando i residenti una volta scampato il pericolo.

Virginia Raggi con l'acqua alla gola

L’apertura della maxi-buca è stata ripresa in diretta dalla Giornalista Francisca De Candia che poi ha postato il video suo suo profilo Twitter.  Per evitare incidenti e conseguenze sono intervenute quattro pattuglie della Polizia Stradale e due camion dei pompieri, che hanno subito iniziato gli interventi di messa in sicurezza della zona. “Prima di ricoprirla, ci fate fare un tuffo?” ha scritto qualche buontempone sui social.

All’ironia dei cittadini romani è seguita l’indignazione delle istituzioni locali. La presidente del VII municipio, Monica Lozzi, ha dichiarato: “A poche ore dalla bella notizia della sistemazione della voragine di Via Alghero, vi comunichiamo l’apertura di un’altra voragine in via della Circonvallazione Appia. Sono stati allertati tutti gli enti per la predisposizione delle misure di messa in sicurezza dell’area: sono sul posto sia la Polizia Locale, che ha provveduto all’interdizione dell’area, sia i vigili del fuoco. È questo il nono episodio di cedimento che interessa il nostro territorio in soli due anni: come nelle volte precedenti agiremo con nostre forze e nel più breve tempo possibile”.

Le due vetture, una Fiat Panda e un’Alfa Romeo, sono state recuperate in breve tempo dai Vigili del Fuoco mentre la strada è stata chiusa al traffico. Gli accertamenti per verificare quali siano le cause che hanno provocato la maxi-voragine sono ancora in corso. Si era parlato inizialmente di rottura di una fogna sottostante al cedimento ma questa non sarebbe la causa del crollo ma semplicemente un effetto dovuto alla caduta di una valanga di detriti.

Intanto, tra i residenti venuti ad ammirare da vicino il “buco nero”, hanno iniziato a circolare nuove battute: tra le più gettonate “quando trovate il petrolio fateci un fischio”, e “se arrivano i turisti a fotografarla potremmo aprirne altre per il bene della zona”, fino a “Ma almeno ci sta un tesoro?”.

voragine con macchina in bilico

 

Rispondi