Prima Pagina>Cronaca>Sport, ricerca scientifica, inclusione, borse di studio: quattro bandi aperti sulla disabilità
Cronaca

Sport, ricerca scientifica, inclusione, borse di studio: quattro bandi aperti sulla disabilità

Quattro bandi, per un valore complessivo di 275.000 euro, per progetti volti a favorire l’inclusione sociale e l’autonomia delle persone con disabilità e a sostenere la ricerca scientifica nel campo delle neuroscienze. A promuoverli e finanziarli è la Fondazione Giovan Battista Baroni, una Onlus nata grazie alla generosità di un ufficiale dell’Esercito, che attraverso un lascito e la sua volontà testamentaria da quasi quarant’anni sta aiutando tantissimi soggetti motulesi, neurolesi e neuromotulesi, persone che da sole non ce l’avrebbero fatta. La fondazione, nata nel 1981, finanzia iniziative volte a migliorare la qualità della loro vita, favorendone l’inclusione sociale e il diritto alla partecipazione attiva, nella convinzione che disabilità non significhi inabilità: complessivamente ha destinato circa 7 milioni di euro ad iniziative benefiche e di ricerca scientifica. Con i quattro bandi 2019 sosterrà, nell’ambito della disabilità e delle neuroscienze, progetti di ricerca scientifica, borse di studio ed iniziative di assistenza e solidarietà sociale rivolte anche allo sport, allo scopo di favorire sia la ricerca che l’inclusione sociale, l’autonomia e la partecipazione attiva delle persone disabili. Le domande vanno inviate entro il 30 settembre e per le Borse di Studio verranno analizzate di volta in volta fino ad esaurimento stanziamento indicato. Tutti i dettagli sul sito della Fondazione.

Tra i tanti progetti sostenuti e finanziati, ricordiamo, solo nell’ultimo triennio, quelli di ricerca scientifica dell’Università degli Studi di Roma Tor Vergata, del Campus Biomedico, della Fondazione Mario Negri; le borse di studio alla Fondazione Sapienza; i progetti per il sostegno, assistenza disabili e riabilitazione delle Associazioni Un Sorriso per Tutti e I Paguri Onlus; le iniziative per acquisto trasporti disabili e carrozzine sportive alle Associazioni No all’Autismo, Coes, Wheelchair Tennis Roma e Loic Francis; le iniziative di spettacoli per audio e virulesi dell’Associazione Teatro di Roma; i progetti di avvicinamento allo Sport ed inclusione dei bambini disabili delle Onlus Luca Grisolia e Divertitempo.

Fonte

 

 

https://blogcq24.net/

Il Network dei Blogger indipendenti seguici su Telegram

Rispondi