Prima Pagina>Cronaca>Ultima Thule in realtà ha la forma di un pancake gigante, e adesso è ancora più misterioso 
Cronaca

Ultima Thule in realtà ha la forma di un pancake gigante, e adesso è ancora più misterioso 

ultima thule forma 

Ultima Thule, l’oggetto spaziale più distante mai visitato dall’uomo grazie alla sonda New Horizons, non ha la forma di una scamorza, o un pupazzo di neve come avevano detto il giorno di Capodanno gli esperti della NASA, ma di un pancake gigante. E la sua formazione resta un mistero. La roccia, nome in codice MU69 2014, dista 6,4 miliardi di chilometri dalla Terra ed era stata intercettata a gennaio da New Horizons, che si era avvicinata a 3500 km (la sonda viaggiava ad una velocità di 50 mila chilometri orari e le immagini sono state scattate circa 10 minuti dopo che New Horizons ha superato il punto di avvicinamento più vicino).

Il ‘sorvolo’ aveva offerto agli scienziati l’opportunità di raccogliere foto e informazioni sulla roccia. Obiettivo: contribuire a risolvere alcuni misteri sui 4,5 miliardi di anni di storia del sistema solare. “E’ realistico dire la forma di Ultima Thule è più piatta, come una frittella, ma quello che è ancora più importante è che le nuove immagini aprono una serie di questioni scientifiche su come questo oggetto possa essersi formato. Non abbiamo mai visto niente di simile in orbita attorno Sole” ha dichiarato Hal Weaver, New Horizons project scientist del Johns Hopkins Applied Physics Laboratory.

Dunque le immagini. La prima foto che la sonda aveva trasmesso raffigurava due segmenti sferici di colore rossastro uno sopra l’altro, come appunto un pupazzo di neve. I dati successivi hanno rivelato però che l’oggetto si ribalta come una clessidra. Ci vorranno altri circa 20 mesi perché New Horizons invii tutte le immagini alla Terra, che potranno ulteriormente contribuire alla definizione del modello della roccia. Nel frattempo gli scienziati della NASA hanno condiviso l’animazione 3D della forma della roccia.

A modificare il modello iniziale di MU69 è stata l’ ultima sequenza di immagini: invece di due sfere, le sezioni di MU69 (chiamate “lobi”) sono piatte, una forma che non ha precedenti nelle osservazioni scientifiche del sistema solare. In base alle nuove immagini, il lobo più grande (chiamato Ultima) sembra più simile ad un pancake. Il lobo più piccolo (Thule) è simile ad una noce.

New Horizons è in viaggio attraverso il sistema solare da tempo: lanciata nel 2006, finora si era fatta notare soprattutto per il suo passaggio ravvicinato al pianeta nano Plutone nel 2015, la prima sonda ad averlo mai raggiunto, rivelandone con più dettagli aspetto e composizione.

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it.
Se invece volete rivelare informazioni su questa o altre storie, potete scriverci su Italialeaks, piattaforma progettata per contattare la nostra redazione in modo completamente anonimo.

Rispondi