Salta al contenuto principale
  • BUONGIORNO ITALIA! La vita non si misura attraverso il numero di respiri che facciamo, ma attraverso i momenti che ci lasciano senza respiroMaya Angelou

Basilica di San Marco allagata, con danni ai mosaici. E due arazzi di Mirò inzuppati d'acqua...

A Venezia danni rilevanti al patrimonio artistico. Inondato completamente il Battistero e la Cappella Zen nella Basilica di San Marco. Incredibile incidente a due arazzi da un milione di euro della mostra "Da Kandinski a Botero"
basilica san marco
Foto repubblica.it

Quant'è costato finora il Mose? Pare otto miliardi, ruberie escluse. Chiedete cosa ne pensano ai veneziani...

Da corriere.it

L’acqua della laguna ha allagato ieri anche il corpo principale della Basilica di San Marco a Venezia bagnando qualche decina di metri quadri del millenario pavimento a mosaico in marmo di fronte all’altare della Madonna Nicopeia e inondando completamente il Battistero e la Cappella Zen.

san marco
Foto TgCom24 - Mediaset

 

L’acqua ha raggiunto i 90 centimetri sopra il pavimento mosaicato del Nartece, bagnando i monumentali portoni in bronzo bizantini, le colonne, i marmi. Lo rende noto il Primo Procuratore di San Marco, Carlo Alberto Tesserin. Che dice: «In un solo giorno la Basilica è invecchiata di vent’anni, ma forse questa è una considerazione ottimista».

san marco
Foto fanpage.it

 

Un danno idraulico alle toilette di palazzo Zaguri provocato dall’eccezionale acqua alta di Venezia ha allagato il secondo piano della mostra «Da Kandisky a Botero, tutti in un filo», allestita da Venice Exhibition. Una catena umana notturna ha permesso di pulire e asciugare due arazzi di Miro’ da un milione di euro, inzuppati esposti per ore all’umidità dell’acqua salsa. «Alcune sale dovevano ancora essere allestite al primo, al secondo e al terzo piano — spiega il patron Mauro Rigoni — e alcuni arazzi erano purtroppo appoggiati sul pavimento.

san marco
Foto nuovavenezia.geolocal.it

 

Ad avere la peggio i due arazzi di Mirò perché erano i più vicini alle toilette del secondo piano, purtroppo hanno fatto a tempo ad inzupparsi quasi per metà». «Gli arazzi molto preziosi di Mirò ciascuno del valore di oltre mezzo milione di euro — spiegano gli organizzatori — sono stati inviati d’urgenza all’arazzeria Scassa di Asti, realizzatrice di tutti gli arazzi esposti su commissione dei grandi artisti del Novecento, per un restauro a tempo di record prima che i devastanti danni della salsedine possano intaccare i colori sgargianti del maestro spagnolo. Speriamo di poterli salvare ed esporre. Non potevamo immaginare un danno simile».

mirò
Uno degli arazzi di Mirò esposti e danneggiati. Foto ilmessaggero.it