Salta al contenuto principale
  • BUONGIORNO ITALIA! La vita è breve. Perdona in fretta, bacia lentamente, ama davvero, ridi sempre di gusto e non pentirti mai di qualsiasi cosa ti abbia fatto sorridere, oppure piangereSergio Bambarén

Cultura digitale e Industria 4.0: Toscana in pole position

di Matilde De Luca
La quarta rivoluzione industriale è cominciata già da un pezzo: la produzione industriale automatizzata e interconnessa che ha come protagonista la "machine" e il suo costante perfezionamento al servizio della società.
cultura digitale

La digitalizzazione è ormai parte integrante della nostra società, dai mercati alle imprese, dalla sanità alle pubbliche istituzioni, siamo immersi in un mondo 4.0 che richiede e offre ai suoi cittadini una formazione sempre più approfondita e specifiche competenze in campo informatico e digitale. La veloce trasformazione delle tecnologie e il conseguente mutamento culturale che ne deriva richiedono competenze digitali in quasi ogni ambito di lavoro.

In questo senso la Toscana spicca per l'attuazione di politiche sociali volte alla formazione di personale qualificato. Cristina Grieco, assessore al Lavoro, formazione e istruzione della Regione Toscana afferma che “in Toscana la formazione 4.0 è davvero per tutti.”

Grazie al Fondo sociale europeo è già da alcuni anni che la Regione finanzia una serie di interventi e corsi finalizzati all'aggiornamento e alla creazione di competenze nell'ambito dell'economia digitale. I destinatari di questi eventi costituiscono un poteziale “capitale umano” da non sottovalutare, anzi, ritenuto essenziale nell'assetto strategico delle politiche regionali. Sono previsti corsi per ogni tipo di utenza.

La formazione Post-Diploma è rivolta a tecnici aventi competenze specialistiche e interdisciplinari, che garantisce un elevato tasso di occupabilità dei formati: ad autunno partiranno ben 63 corsi (46 Ifts e 17 Its).

Per imprenditori e manager sono già disponibili voucher formativi (fino a 2500 euro l'uno) utilizzabili anche per l'accesso a master universitari, stanno iniziando inoltre 20 corsi su industria 4.0, ciascuno dei quali prevede: animazione territoriale, formazione e accompagnamento personalizzato. Dalle scelte di imprenditori e manager dipenderanno le eventuali adozioni di nuove tecnologie.

Per quanto riguarda la formazione dei lavoratori è aperto un avviso pubblico per la concessione di finanziamenti per progetti formativi destinati alla riqualificazione , così da elevare le competenze dei lavoratori e garantirne la presenza nel mondo del lavoro. Le prossime scadenze del bando sono il 6 agosto e il 28 settembre. Successivamente le scadenze avranno caduta trimestrale fino al 30 giugno 2020. Per maggiori info consultare il sito della Regione Toscana.

A partire da settembre 2018 avrà inoltre inizio la formazione a distanza sulla piattaforma regionale TRIO. Questo intervento formativo sarà dedicato a studenti, lavoratori, manager e imprenditori e comprenderà: due corsi online – PFO – che approfondiranno i temi della maturità digitale delle imprese; Blockchain in Logistica (24 settembre-5 ottobre) che illustrerà i percorsi di attuazione della tecnologia Blockchain nel settore della Logistica, al fine di ottimizzare efficienza, efficacia e sicurezza; un corso on-line su larga scala MOOC (15 ottobre-16 novembre) destinato a neolaureati o laureandi che guidi i partecipanti alla comprensione dell'industria 4.0; dieci corsi online aperti a tutti della durata di 3 ore ciascuno che toccheranno diversi temi inerenti alla transizione all'industria 4.0. Maggiori informazioni sono pubblicate sul sito http://www.progettotrio.it