Salta al contenuto principale
  • BUONGIORNO ITALIA! Non passare il tempo con qualcuno che non sia disposto a passarlo con teGabriel Garcia Marquez

Prima assoluta, alla 'Cittadella', di 'One year later', film di Lucia Mauro

di s.l.
L'attività dell'associazione 'Viola' è dedicata al sostegno delle donne nel post malattie neoplastiche. Incontri, confronti, iniziative culturali, spettacoli, assistenza ospedaliera e affitto di parrucche contribuiscono a stemperare lo sconforto
il logo dell'associazione Viviamo Insieme Offrendo Lavoro Amore

AOSTA. Si intitola 'Un anno dopo', la pellicola girata in molte località della Valle d'Aosta dalla regista e autrice italoa-americana Lucia Mauro. Verrà presentata, martedì 22, alle, 21.00, alla 'Cittadella dei Giovani', in via Garibaldi, ad Aosta. L'argomento è di quelli destinati a coinvolgere un numero consistente di persone affette da malattie neoplastiche. Patologia di cui soffre la stessa regista. Realtà alla base della divulgazione di queste immagini in cui verranno illustrati, in dettaglio, cause e terapie innovative nell'ambito oncologico; nello specifico si parlerà di tumore ovarico, malattia provocata da mutazioni genetiche  per cui la Scìenza ha fatto passi notevoli nella cura. L'iniziativa è supportata dall'assessorato regionale alla Cultura e dall'associazione 'Viola'.

  Lo stesso 'fil rouge' ha caratterizzato la presentazione del libro 'Due motori per una vita',  di Barbara Biasia, colpita da una neoplasia descritta con dovizia di particolari nelle molte pagine. Una donna, nata nel 1963, a cui il Destino ha regalato uno dei doni più grandi: la voglia di vivere, di lottare, di trasmettere fiducia e ottimismo agli altri. L'opera letteraria, stampata dalla Tipografia Pesando, ha ricevuto il sostegno dell'associazione 'Viola, presieduta da Raffaela Longo' e della sede regionale della Lega Italiana per la lotta contro i Tumori, il cui presidente è Salvatore Luberto.

  L'arrivo dell'estate trova Barbara Biasia pronta a continuare le sue 'tournée' di presentazione del libro. Una stagione intensa che la porterà da un capo all'altro della Valle insieme con gli inseparabili figli Fabien e Olivier, promettenti fisarmonicisti e un medico che risponderà alle domande del pubblico.

  "Il prossimo 16 maggio -  annuncia -  saremo all'Auditorium, di Morgex in compagnia deii fisarmonicisti Damiano e  Ernesto. Il 25, nella sala polivalente di Arvier, suoneranno Angela e Osvaldo, i maestri di fisarmonica dei miei figli che, per la prima volta si esibiranno insieme. Al castello di Issogne canterà Maura Susanna. Ad ogni presentazione mi impegno a valorizzare musicisti del posto. Il 16 maggio andremo a Variney, nella sede della Comunità Grand Combin. Poi -.  continua - saremo a Chatillon, Verrès, Saint Vincent e Aymavilles. Non abbiamo ancora deciso le date".

  La grande passione per le passeggiate di questa donna di origine francese ha garantito un'escursione al Rifugio 'Chalet de l'Epée', a Valgrisenche, camminata in montagna che Barbara Biasia compirà insieme con i suoi inseparabili 'bastoncini', "i miei motori  per la vita', ricorda, dicendo con un ,largo sorriso come questi due  semplici attrezzi le abbiano "offerto una  nuova vita. Una forza supplementare contro il cancro"

  Nordic Walking, fitness alla portata di tutti che permette di mantenersi in perfetta forma durante tutti i periodi dell'anno. Uno sport che sta appassionando cittadini di tutte le età. "Lo ritengo una forma di riabilitazione oncologica -  dice la donna presente anche al 'Salone del libro', di Torino'.  "Non a caso sulla copertina ci sono io mentre faccio una delle mie incantevoli passeggiate con i due motori superecologici", conclude...