Salta al contenuto principale
  • BUONGIORNO ITALIA! Se poniamo a confronto il fiume e la roccia, il fiume vince sempre non grazie alla sua forza ma alla perseveranza.Gautama Buddha

"Notte di zucchero" vi aspetta in Sicilia per celebrare i defunti tra arte, memorie e tradizione

Cimiteri che diventano palcoscenici per spettacoli teatrali, bus-biblioteche itineranti per i più piccini, laboratori di giocattoli in legno, cori e danze, ma anche buon cibo e molto altro. Il 2 novembre tra Catania e Palermo moltissimi eventi
bimbo

Si avvicina il giorno dei morti, la festa di vite trascorse che hanno lasciato spazio al susseguirsi di destini in questa dimensione terrena. Cicli che si perpetuano e orme che segnano la storia. In ogni cultura gli avi, i defunti, vengono un po' temuti un po' celebrati, come monito per chi resta in vita e come esempio a cui anelare.

In Sicilia la tradizione e la festa si mescolano all'arte e allo spettacolo, invitando la popolazione a partecipare alla celebrazione di chi è stato e ci ha lasciato i propri indelebili ricordi. Morte e vita, connesse inesorabilmente in un moto eterno che genera la bellezza della creazione. Un invito ad apprezzare ciò che abbiamo e a godere dell’autenticità dei nostri giorni. Che la malinconia si trasformi in gioia e vivacità, il 2 novembre in Sicilia vivi e morti celebrano la vita, insieme, un po' come in Messico si festeggia il giorno dei defunti pitturandosi il volto a mo' di teschi e rievocando i cari ormai trapassati.

z

Notte di zucchero, questo il nome della manifestazione ideata da Giusi Cataldo con la collaborazione di Dora Argento, i cui principali protagonisti sono i più piccini, i detentori per eccellenza di quello spirito celebrativo e carico di vitalità che consente, nel giorno dei defunti, di portare equilibrio tra le due forze in campo, da un lato il ricordo degli antenati, dei tempi che furono, di un passato che è nostro maestro e consigliere, dall’altro la carica e l’energia dei bambini, del presente e dell’oggi. Arte, musica, spettacoli teatrali, si mescolano e si diramano tra Catania e Palermo, regalando al pubblico una giornata carica di appuntamenti di ogni sorta.

A Palermo il Cimitero dei Rotoli aprirà per la prima volta le porte all’arte, ribaltando la concezione tradizionale di cimitero come luogo silenzioso di dolore, per trasformarlo in teatro allegro e commemorativo all’interno del quale i canti e la danza con la loro potente carica emotiva rianimeranno gli spiriti sia vivi che non, in un po' intreccio creativo. Novità assoluta sarà l’apertura del Cimitero degli Inglesi all’Acquasanta, inserito all’interno di Palermo capitale della cultura, che vedrà un teatro di elevato profilo recitare nove monologhi sulla memoria a partire già dalle 9 del mattino.

z

Per i più piccoli ci sarà l’imbarazzo della scelta, un tripudio di clown, trampolieri, truccatori intratterranno i bambini in centro storico a Catania per tutta la mattinata con la manifestazione “Playcircus” a cura di cafè express. Un luna park riciclato regalerà attimi di divertimento mentre  l’’ ”Autobook”, un autobus itinerante contente una libreria per bambini, animerà le strade e stimolerà le letture delle antiche tradizioni siciliane, mentre lo “Stralobus”, sempre nel segno della tradizione, coinvolgerà i piccini in una serie di giochi promossi dalla Talità Kum Onlus. La giocattolaia Claudia Barone terrà tre laboratori di falegnameria creativa durante i quali insegnerà ai bambini a costruirsi giocattoli in legno, stimolando la riscoperta dei giochi di un tempo, un invito a riscoprire la tradizione e a tutelare il pianeta attraverso l'autoproduzione di giochi sani e non inquinanti.

Una giornata all’insegna della commemorazione e della tradizione, che attraverso arte, innovazione e creatività accompagnerà i visitatori in un viaggio tra passato e presente, alla riscoperta dei volti e della cultura sicula di oggi e di ieri.