Prima Pagina>Cultura>Bilinguismo fin da Bambini: come diventare Figli del Mondo
Cultura Scuola Sociale

Bilinguismo fin da Bambini: come diventare Figli del Mondo

Prepariamo i nostri figli alla Generazione Digitale, con qualcosa più importante di uno smartphone: saper comunicare.


Viviamo in un mondo sempre più interconnesso e collegato: tra le mani abbiamo tecnologie potentissime, tecnologie capaci di inviare informazioni che raggiungono l’altra parte del pianeta in pochi secondi. A che serve raggiungere l’altra parte del mondo in pochi click se poi non si sa parlare con chi si incontra?
I dati linguistici del nostro Bel Paese sono preoccupanti: circa un italiano su due ha difficoltà a comunicare in inglese fluentemente e altrettanti hanno difficoltà semplicemente a comprenderlo.

Per arginare tale problema, è possibile agire preventivamente fin dalla tenera età, quando il cervello è in crescita e capace di assorbire con più facilità suoni e accenti. Numerosi studi hanno constatato che fornire continui ed intensi input in lingua inglese a bambini di età inferiore ai 7 anni favorisce esponenzialmente la maturazione del bilinguismo e facilita l’apprendimento nei successivi percorsi formativi scolastici e/o extra-scolastici.

Nelle occasioni di full immersion nell’inglese, come quelle organizzate da You Can Camp, oltre a praticare ascolto e conversazione con Madrelingua, bambini e ragazzi hanno la possibilità di interagire in un ambiente internazionale che li prepara a quello che sarà il contesto lavorativo futuro. Le tecnologie di oggi danno la capacità di accedere con estrema semplicità ad un’infinita fonte di conoscenza. Nella vita professionale, però, sono spesso proprio quelle soft skills a cui il bilinguismo predispone a fare la differenza: problem solving, lavoro in team, multitasking, apertura culturale, empatia e capacità di comunicare.

Conoscere più lingue ha quindi un forte impatto sulle capacità relazionali e comunicative, creando una migliore attitudine ad ascoltare e a dare qualcosa di sé all’altro. A tal proposito, molto interessante è il pomeriggio di formazione che proponeComunicare con Bambini e ragazzi organizzato dalla società The Bridge – TTMT SA, realtà che studia i migliori metodi educativi per il terzo millennio.