Salta al contenuto principale
  • BUONGIORNO ITALIA! È importante aggiungere più vita agli anni, non più anni alla vita.Anonimo

La stanza più silenziosa del mondo, dove le onde sonore vengono smorzate e si sente il proprio cuore

Si tratta della camera ‘aneoica’ chiamata così perché non crea eco e di conseguenza tutti i suoni provenienti dal mondo esterno vengono bloccati e qualsiasi suono prodotto dall’interno è amplificato
stanza
Altervista

(Scienze e Salute)

A Redmond, nello stato di Washington, esiste una stanza nel quartier generale della Microsoft dove il proprio battito cardiaco diventa un rumore assordante. 

Si tratta della camera ‘aneoica’ chiamata così perché non crea eco e di conseguenza tutti i suoni provenienti dal mondo esterno vengono bloccati e qualsiasi suono prodotto dall’interno è amplificato. Il rumore di fondo nella stanza è così basso che si avvicina alla soglia più bassa teorizzata dai matematici, lo zero assoluto del suono. Per ottenere un silenzio estremo, la stanza è progettata con una struttura simile a quella di una cipolla che la isola dal resto dell'edificio e dal mondo esterno. È fatta di sei strati di cemento e acciaio ed è scollegata dall'edificio circostante, perché si trova in cima a una serie di molle antivibranti. All'interno, cunei in fibra di vetro sono montati sul pavimento, sul soffitto e sulle pareti per rompere le onde sonore prima che abbiano la possibilità di rimbalzare nella stanza. Il pavimento stesso è semplicemente una griglia di cavi sospesi fonoassorbenti.

La stanza offre un’esperienza sensoriale molto rara. Provate a starci dentro per un tempo abbastanza lungo e il ronzio nelle orecchie diventa insopportabile, le ossa emettono un rumore stridente, il suono del battito della mani sarà inquietante e ciò che si prova è la totale perdita di equilibrio poiché l’assoluta mancanza di riverberazione sabota la consapevolezza spaziale.

c
Supereva

Lo scienziato e progettista principale della camera anecoica, Hundraj Goapl, ha detto: “Non appena si entra nella stanza si avverte immediatamente una sensazione strana e unica che è difficile da descrivere", aggiunge, “la maggior parte delle persone percepisce un senso di pienezza nelle orecchie, i suoni molto deboli diventano chiaramente udibili perché il rumore ambientale è eccezionalmente basso, quando si gira la testa si sente il movimento. Puoi sentirti respirare”. 
Ma a tutto c’è una spiegazione: nel mondo reale le nostre orecchie sono costantemente soggette a un certo livello di suono, quindi c'è sempre una certa pressione d'aria sui timpani. Ma entrando nella stanza anecoica questa costante pressione d'aria sparisce dato che non ci sono riflessi sonori dalle pareti circostanti.

"Solo poco più di un anno e mezzo è stato necessario per il design, la progettazione e la costruzione di questo ambiente dove il rumore è di 20,3 dB al di sotto della soglia dell'udito umano."

Possiamo dire con certezza che il posto più tranquillo al mondo si trova qui, ma gli esperti sconsigliano la permanenza nella stanza troppo a lungo, perché queste nuove sensazioni del tutto estranee al nostro modo di percepire la realtà potrebbero inquietarci al punto da provocare allucinazioni e mancamenti.

Steve Orfield, che ha costruito il suo laboratorio e la sua camera anecoica in un edificio che un tempo ospitava lo Studio 80 - una registrazione famosa studio in cui Bob Dylan, Prince e Cat Stevens hanno registrato canzoni- dice:" Non c'è alcuna reazione scettica, poiché si tratta semplicemente di un'esperienza fisica e non c'è niente da imparare o credere, l'esperienza è in qualche modo influenzata dal luogo in cui si è stati immediatamente prima di entrare nella camera, perché provenire da un ambiente rumoroso renderà più difficile percepire pienamente la tranquillità. Anche la qualità dell'udito è importante: più si è anziani, più è difficile adattarsi e apprezzare pienamente la tranquillità". 

d
Nanopress

Raccomanda anche di spegnere le luci perché la maggior parte delle esperienze di deprivazione sensoriale includono la disattivazione di tutte le luci, in modo da essere silenziosi e visivi, senza rumori sensoriali: in questo caso, camminare per l'interno farà perdere la maggior parte delle persone dopo un breve periodo. Orfield inoltre ha svolto ricerche sull'impatto del rumore in persone con malattie degenerative come la demenza e ha osservato come i visitatori che soffrono di autismo, ADHD e altre disabilità di ansia e ipersensibilità tendono a trovare la camera calma e pacifica. 

Ma a cosa servono le camere anecoiche? Solo a far provare un'esperienza straniante ai propri visitatori? Ovviamente no. Le camere anecoiche sono generalmente utilizzate per testare rumori e suoni provenienti da una varietà di prodotti con un alto grado di affidabilità scientifica. Per esempio Microsoft le utilizza per apparecchiature audio come microfoni, ricevitori, cuffie e altoparlanti o per analizzare clic e ronzii da dispositivi di calcolo come tastiere, mouse, ventole e moduli di retroilluminazione su pannelli tattili e display. 

Orfield riceve molte richieste da parte di persone che vogliono "battere il record" del tempo trascorso nella camera ma, anche se non esiste alcuna gara, Gopal rivela che il tempo continuo più lungo che qualcuno abbia trascorso all'interno della camera è di circa 55 minuti, ma al contrario qualcuno ha chiesto di uscire dopo i primi secondi.