Salta al contenuto principale
  • BUONGIORNO ITALIA! La vita è breve. Perdona in fretta, bacia lentamente, ama davvero, ridi sempre di gusto e non pentirti mai di qualsiasi cosa ti abbia fatto sorridere, oppure piangereSergio Bambarén

Le ambasciatrici di Genova nel mondo? Una giapponese e una cinese

di Marco Restelli
Giovani, brillanti e innamorate della capitale ligure: 29 Ambasciatrici spiegheranno all'estero il fascino della Superba. Per attrarre qui investimenti e cultura. Ecco la storia di due di loro: genovesi che vengono dall'Asia
La giapponese Megumi Akanuma, ambasciatrice di Genova nel mondo, con il sindaco genovese Marco Bucci. (Photo: GenovaQuotidiana)
Megumi Akanuma con il sindaco di Genova Marco Bucci

Una si chiama Megumi Akanuma ed è giapponese (nella foto), l’altra si chiama Yue Zhao ed è cinese: sono due  delle nuove Ambasciatrici di Genova nel Mondo. Le signore Akanuma e Zhao fanno parte di un gruppo di  ventinove donne residenti a Genova scelte per i loro meriti e le loro competenze professionali. Il sindaco di Genova Marco Bucci ha conferito loro questo titolo nel corso di una cerimonia ufficiale a Palazzo Tursi.

Ma cosa sono esattamente gli Ambasciatori di Genova nel Mondo?  Si tratta di un titolo onorifico su base volontaria e non remunerato, conferito a cittadini - italiani ma non solo - selezionati per la prestigiosa missione civica di rappresentare i talenti, le competenze e il fascino di una città che si vuole riscoprire Superba. 

In questo caso, si tratta di donne motivate a dare lustro alla città sul piano internazionale, promuovendo la sua immagine operosa, creativa e capace di attrarre investimenti nei diversi ampi della vita sociale.  E quanto a competenze, i curriculum delle due signore -  di origine asiatica ma residenti a Genova - parlano per loro.

Yue Zhao ha maturato una profonda esperienza nell’ambito della consulenza inerente il commercio internazionale ed i rapporti istituzionali con la Repubblica Popolare Cinese. Collabora in qualità di consulente per il settore chimico e farmaceutico con numerose multinazionali. Attualmente ricopre la carica di amministratore unico di China System s.r.l. Dal 2009 vive nel centro storico di Genova.

Megumi Akanuma  invece è musicista traduttrice, interprete e project-marketing, rappresenta un ponte fra la cultura italiana e quella giapponese. Ha ricevuto molti riconoscimenti, nel 2000 è stata nominata “Cavaliere d’arte” per meriti culturali e artistici avendo soprattutto promosso ed esaltato il valore e il ruolo della musica genovese.

Il titolo conferito a queste due genovesi “di adozione” la dice lunga sui tempi di globalizzazione che stiamo vivendo. E su come sia necessario attrezzarsi per il futuro.

Marco Restelli