Prima Pagina>Curiosità>Troppe possibilità di scelta possono mandare in tilt i nostri cervelli
Curiosità

Troppe possibilità di scelta possono mandare in tilt i nostri cervelli

In un mondo sempre più frenetico in cui le possibilità aumentano esponenzialmente, gli individui si trovano di fronte a talmente tante scelte che i cervelli possono confondersi. Più scelte, più caos. Lo dimostra un recente studio

(Galileo.net)

Uno studio pubblicato su Nature Human Behaviour ha analizzato cosa succede al nostro cervello di fronte a un sovraccarico di opzioni tra cui scegliere: una situazione che a volte causa una vera e propria paralisi e ci può portare a posporre indefinitamente la nostra decisione.

Gli autori dello studio hanno presentato a 19 persone una varietà di vedute di paesaggi tra cui scegliere come soggetto da stampare su una maglietta o una tazza. In una prima fase dell’esperimento, la scelta era tra 6 immagini, in una seconda fase tra 12 ed in una terza tra 24 immagini.

sd

Utilizzando delle risonanze magnetiche, i ricercatori hanno quindi osservato quali aree del cervello venivano attivate in base al numero di scelte a disposizione. Hanno quindi rilevato che la corteccia cingolata anteriore (ACC, dall’inglese anterior cingulate cortex) e lo striato erano coinvolte nel processo. In particolare, l’attività in queste due aree era più alta quando le opzioni erano 12 e più bassa quando le scelte erano 6 o 24.

d

Questione di ricompensa (ed energia)

Secondo gli autori dello studio, queste differenze sono dovute al fatto che lo striato e la corteccia cingolata anteriore interagiscono nella valutazione di quanto sia conveniente avere una maggiore ricompensa (e poter quindi scegliere un’immagine che ci piace di più perché si hanno più opzioni a disposizione) rispetto al lavoro che il cervello deve fare per compiere la scelta. Quindi, più le opzioni aumentano, più la ricompensa cresce, ma allo stesso tempo il cervello deve fare più lavoro per compiere la scelta. Nel caso in questione 12 opzioni fornivano il miglior rapporto ricompensa/energia, mentre 6 erano viste come troppe poche e 24 come troppe scelte.

Secondo gli autori dell’articolo su Nature Human Behaviour, il numero ideale di opzioni per un essere umano non sarebbe  12 ma una quantità compresa tra 8 e 15 opzioni, a seconda delle caratteristiche di ciascuno di noi.

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *