Salta al contenuto principale
  • BUONGIORNO ITALIA! Il vero amore contiene l'elemento della gentilezza amorevole, che è la capacità di offrire felicitàThich Nhat Hanh

Welfare: sono 38 le aziende dove si vive e si lavora meglio

Pubblicata l'indagine che rivela quali sono le imprese migliori che adottano programmi per il benessere dei lavoratori. E se i dipendenti sono soddisfatti, anche il business dell'imprenditore cresce. Ecco i vincitori di ogni categoria
Sono 38 le aziende premiate dove si lavora bene

Roma - Per il secondo anno Welfare Index Pmi ha attribuito il Rating Welfare Index Pmi 2018, uno strumento che permette alle imprese di comunicare il proprio livello di welfare in modo più semplice e immediato, facendo diventare il welfare aziendale un vantaggio competitivo, oltre che a stimolare un percorso di crescita. 
   Tutte le imprese partecipanti all'indagine sono state classificate con un valore crescente da 1W a 5W, sulla base dell'ampiezza e del contenuto delle iniziative, dell'originalità e delle politiche di welfare
   Nel 2018 le imprese Welfare Champion, che hanno ottenuto le 5 W del rating Welfare Index Pmi, sono salite a 38 (erano 22 lo scorso anno). Si tratta delle realtà caratterizzate dal sistema di welfare più ampio (per numero di aree attivate) e che si contraddistinguono per numerosità e intensità delle iniziative, grado di coinvolgimento dei lavoratori e impegno economico e organizzativo nel welfare aziendale. 
   Durante l'evento, patrocinato dalla presidenza del Consiglio dei Ministri, sono state poi premiate le 3 migliori aziende per ognuno dei 6 settori produttivi, che si sono distinte per le iniziative di welfare aziendale messe in campo.

Per l'industria, la caratteristica delle azioni di welfare è stata la pianificazione e ampiezza delle soluzioni (accordi integrativi, sistemi di flexible benefit e una fruizione personalizzata dei servizi). Sono state premiate Co.Mac di Bonate Sotto (Bg) - "Operazione Salva Tempo"; B+B International di Montebelluna (Tv) - "Solo il bello della maternita' con Fiocchi in B+B"; Colorificio San Marco di Marcon (Ve) - "Il welfare che funziona come l'home banking". 
   Per il commercio e i servizi, le iniziative di attenzione al territorio, l'impegno ad aggregare le comunità e a sostenere le imprese più deboli: Gruppo Società Gas Rimini di Rimini - "Il facilitatore per le commissioni quotidiane"; Nep di Pianiga (Ve) - "Piu' felici in azienda grazie all'esperto"; Save di Tessera (Ve) - "Il benessere organizzativo e' attenzione ai dipendenti". 
   Per l'agricoltura, le iniziative di attenzione al territorio, l'impegno ad aggregare le comunità e a sostenere le imprese più deboli. I premiati sono stati: Natura Iblea di Ispica (Rg) - "L'integrazione passa per lo studio"; Azienda agricola Fungar di Coriano (Rn) - "Il mediatore che traduce i bisogni in welfare"; Peverelli di Fino Mornasco (Co) - "Sicuri al lavoro, in salute a casa". 
   Per l'artigianato, i progetti per la tutela della sicurezza e del benessere dei dipendenti, come fattore di successo. I premiati: Siropack Italia di Cesenatico (Fc) - "L'universita' entra in azienda"; Effebi arredamenti di Bellasio Pierino & C. di Cantù (Co) - "Check up gratuito e Benefit Salute"; Equilibrio e Benessere di Villa Poma (Mn) - "La formazione continua e' la formula del successo". 
   Nella categoria studi e servizi professionali, per l'impegno nella cultura e nella formazione dei collaboratori e una flessibilità del lavoro a tutela delle dipendenti. Sono stati premiati: Studio Sila Tommaso di Brescia - "Flessibilità: singolare femminile"; Gianni, Origoni, Grippo, Cappelli & Partners di Roma - "Più tempo con i figli per mamme e papa'"; Studio Aversano Piermassimo di Pistoia - "Il lavoro si adatta ai tempi di vita". 
   Per il terzo settore sono stati premiati: Spazio Aperto Servizi Scs Onlus di Milano - "Stipendio al 100% anche in maternita'"; La Dua Valadda di Pinerolo (To) - "Il part time in aiuto alla famiglia" ; La Nuvola Impresa Sociale Onlus di Orzinuovi (Bs) - "Mamme più serene con l'asilo nido in azienda".