Prima Pagina>Economia>Borghi ha chiarito le sue intenzioni sulle riserve auree di Bankitalia 
Economia

Borghi ha chiarito le sue intenzioni sulle riserve auree di Bankitalia 

Borghi ha chiarito le sue intenzioni sulle riserve auree di Bankitalia 

Foto: Aleandro Biagianti / AGF 

Claudio Borghi  

“Non c’è alcuna intenzione di vendere un grammo d’oro. Semplicemente vorremmo che fosse chiaro, prima che quest’idea venisse ad altri, che l’oro è dello Stato italiano”. Così a Sky TG24 Economia il presidente della Commissione Bilancio della Camera Claudio Borghi. “Non c’è un articolo di legge – ha proseguito Borghi – dove si dica chiaramente che l’oro delle riserve italiane è dello Stato italiano. C’è scritto, anche nei trattati europei, che le banche centrali detengono e gestiscono le riserve auree. Detenzione è diverso da possesso. Qui interviene la proposta di legge che ho depositato, che è in discussione in questi giorni e che porteremo avanti”.

“Se vogliamo fare una legge – ha spiegato poi – che accompagni quella sul chiarimento della proprietà dell’oro, dove si stabilisce l’inalienabilità dell’oro se non, per esempio, a maggioranza qualificate del Parlamento o qualcosa del genere, lo possiamo tranquillamente fare. Oppure – ha concluso – possiamo anche stabilire che non si vende niente, non c’è nessun interesse a vendere”.

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it.
Se invece volete rivelare informazioni su questa o altre storie, potete scriverci su Italialeaks, piattaforma progettata per contattare la nostra redazione in modo completamente anonimo.

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *