Prima Pagina>Economia>Borsari, in archivio un 2017 con un fatturato da record
Economia

Borsari, in archivio un 2017 con un fatturato da record

Lo scorso anno, l’industria dolciaria ha chiuso con 45 milioni, con un aumento sostanziale al Sud, seguito dal Nord-Est. Il gruppo si è fatto promotore del Made in Italy dolciario nel mondo

Industria Dolciaria Borsari, una matrice umbra per la florida azienda veneta, un gruppo che da due decenni traccia il nuovo corso dei dolci da ricorrenza, con 45 milioni di fatturato nel 2017, continuando a farsi promotrice del Made in Italy dolciario nel mondo.

Con un incremento del 7,80% di questa voce, il gruppo conferma uno sviluppo considerevole sul mercato italiano pari all’8,20%: al Nord Ovest 7%; Nord Est 11%; Centro 9% e Sud 16,5%. Occhi puntati anche oltre confine, dove l’azienda raggiunge sessantadue paesi e consolida la crescita al più 5% a valore sull’anno precedente.

Attenta alle tendenze e il cui focus prevalente rimane il cliente, oggi il gruppo gestisce direttamente quattro punti vendita (Milano a Badia Polesine a Falconara e a Foligno) ma destinata ad aumentare in futuro.

«Natale è il periodo dove si concentra il più grande sforzo produttivo – spiega l’amministratore delegato Andrea Muzzi – e contiamo di chiudere le vendite del 2018 con un buon incremento ben al di sopra del mercato. Molto bene è andata anche la vendita della Linea Ricordi, alla cui base c’è un importante progetto culturale e la vendita al dettaglio ci sta dando grandi soddisfazioni e contiamo di rafforzare la nostra presenza con altri punti vendita quasi certamente in Veneto».

Tra innovazione e tradizione, la filosofia di Industria Dolciaria Borsari si basa sulla qualità; la  preparazione delle specialità dolciarie avviene tramite una scrupolosa lievitazione naturale e l’uso di ingredienti e sapori provenienti da ricette anche bi-centenarie, sapientemente miscelate con un moderno concetto di produzione. L’identità dei marchi si esprime anche nella cura e nei dettagli degli incarti, che caratterizzano composizioni distintive e raffinate, fondamentali per conferire unicità a tutte le confezioni.

L’azienda vanta numerose certificazioni di prodotto: No Ogm, Prodotti Biologici, Brc Food, Issue7A, Sistema di gestione per la sicurezza sul lavoro Bsohsas 18001:2007, Sa 8000 e detiene il riconoscimento Tre Stelle Superior Taste Award sia su specialità come il Panettone Imbibito al Passito di Pantelleria Naturale che sui lievitati classici come il pandoro e lo stesso Panettone. 

Certamente la prima azienda italiana nella produzione dei lievitati da ricorrenza del segmento Premium, Borsari presidia il mercato della pasticceria con la produzione diretta di oltre 1800 referenze e ben 150 diverse ricette e specialità dolciarie.  Sono sette i marchi storici e prestigiosi che compongono l’azienda, ognuno con proprie specificità e caratteristiche.

Dalla Muzzi Antica Pasticceria, che vanta una lunga storia alle spalle, iniziata dalla famiglia Muzzi nel 1795 con la produzione degli “Anisini”, semi di anice confettati, e trasformatasi in un esempio di pasticceria  artigianale negli anni; alla Borsari, azienda che si ispira alla tradizione dei dolci di Verona e che prende il nome dalla famosa Porta Decumana. Di Giovanni Cova & C., altro marchio premium del gruppo, si è parlato spesso con l’apertura della nuova sede nel cuore di Milano, in via Cusani 10. Un’altra marca è la Scar Pier, dal nome del maestro lievitista Pietro Scarpato a cui si devono continue e gustose proposte di dolci lievitati, caratterizzati da un’accurata selezione delle migliori materie prime. Da quasi dieci anni ad arricchire l’offerta del Gruppo, anche lo storico marchio Torronificio Bedetti di Falconara Marittima, specializzato dal 1912 nella produzione di torrone artigianale e più recentemente anche di cioccolato, una vera e propria firma d’autore in Italia. Si aggiunge, riproposto nel corso del 2017, lo storico marchio Golfetti di Badia Polesine, terra di agricoltura vocata per la coltivazione di frumento e barbabietola da zucchero, ingredienti fondamentali per la produzione dolciaria di Panettoni, Pandori e Colombe. Ultimo in ordine di presentazione, ma già apprezzata, il marchio Tommaso Muzzi, riferimento per tutto il mondo gourmand, sia del lievitato da ricorrenza che del settore pasticceria e prima colazione.

Rispondi