Prima Pagina>Ambiente>Città circolari: è Milano la più virtuosa in Italia
Ambiente Economia Meteo

Città circolari: è Milano la più virtuosa in Italia

Economia circolare, circola da un po’ di tempo questo termine, ma forse non tutti sanno cosa significa. L’economia circolare è quell’economia basata sul riutilizzo delle risorse ed è rappresentabile graficamente da un cerchio suddiviso in cinque parti:

  • Input sostenibili: utilizzo di input da fonti rinnovabili o da riutilizzo e riciclo;
  • Condivisione sociale: ruolo del volontariato/piattaforme percondividere gliasset per ridurre lo spreco;
  • Uso di beni come servizi: comprende modelli di business innovativi per offrire
    Advertisements
    prodotti sotto forma di servizi;
  • End of life (Riciclo/Recupero): soluzioni volte a preservare il valore di finevita di un bene e a riutilizzarlo;
  • Estensione della vita dei prodotti: azioni volte ad aumentare la vita utile di beni e servizi.

Una volta che il prodotto ha terminato il suo ciclo di vita rientra nel circolo come input sostenibile.

Advertisements

Bosco Verticale, Milano Green

Presentato da un webinar e divulgato attraverso un rapporto sull’economia circolare urbana, il Cesisp – un Centro Studi dell’Università di Milano-Bicocca – ha elaborato un indice che permette di stabilire quale città in Italia abbia i parametri migliori inerenti all’economia circolare. In tutto sono stati analizzati 28 settori, afferenti ai 5 diversi ambiti dell’economia circolare e per ognuno di essi è stato assegnato un punteggio da 0 a 10.

Tra le 20 città analizzate, Milano si pone in vetta alla classifica con un punteggio complessivo di 7,7, seguita da Trento con 7,5 e da Bologna con 7,2. In fondo alla classifica troviamo Catania, Palermo e Pescara, tutte città del Centro-Sud.

Tra le città del Centro Italia svetta Firenze che si piazza al 5° posto, mentre Roma è solo 12° e non raggiunge la sufficienza. Tra le città del Nord non fanno bene Genova, Verona e Aosta. Solo 8 tra le 20 città analizzate raggiungono la sufficienza.

Suddividendo i risultati per i singoli gruppi, Trento è prima per input sostenibili e condivisione sociale; Milano per uso di beni come servizi; Aosta per end of life (riciclo/recupero); Bologna per estensione della vita dei prodotti. Anche nei singoli ambiti, a eccellere sono solo città del Nord Italia.

Il Cesisp ha effettuato la stessa analisi, utilizzando però meno parametri e un sistema di calcolo differente, anche per le grani aree urbane europee. La città più circolare è Copenaghen, seguita da Parigi e Berlino. Milano è ottima quarta e precede Amsterdam e Londra.

Rispondi