Prima Pagina>Economia>Gli ultimi dati Istat: l’alimentare traina le vendite al dettaglio
Economia

Gli ultimi dati Istat: l’alimentare traina le vendite al dettaglio

I dati Istat relativi allo scorso febbraio indicano un segno più in valore e in volume delle vendite di prodotti alimentari, in controtendenza rispetto agli altri beni. Gli italiani continuano a spendere per il food

Milano – A febbraio 2018 le vendite alimentari al dettaglio in Italia hanno registrato un aumento rispetto al mese precedente, dello 0,4% in valore e dello 0,9% in volume. Ad indicarlo sono gli ultimi dati Istat.
Le vendite di beni alimentari vanno un po’ meglio (+0,4% in valore e +1,2% in volume), rispetto a quelle di beni non alimentari (+0,3% in valore e +0,7% in volume). Tuttavia, nel trimestre dicembre 2017 – febbraio 2018 l’indice complessivo registra un calo congiunturale dello 0,7% sia in valore che in volume. Nello stesso periodo diminuiscono sia le vendite di beni alimentari (-0,8% in valore e -0,9% in volume), sia quelle di beni non alimentari (-0,6 in valore e in volume). Ma in ogni caso il dato del precedente trimestre risulta “viziato” dalla concomitanza delle feste natalizie e di fine anno.

Rispetto a febbraio 2017, le vendite al dettaglio diminuiscono dello 0,6% in valore mentre il volume rimane stazionario. Il valore delle vendite di prodotti alimentari comunque non subisce variazioni, mentre il volume aumenta dello 0,9%. Le vendite di prodotti non alimentari invece diminuiscono sia in valore sia in volume (rispettivamente -1,1% e -0,6%). Sempre a livello tendenziale, il valore delle vendite al dettaglio non registra variazioni per la grande distribuzione, mentre è in calo per le imprese che operano su piccole superfici (-1,7%). Un fenomeno ormai antico, che mette a rischio tante piccole imprese famigliari

(Fonte. Istat)

 

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *