Prima Pagina>Economia>Il presidente di Confindustria si appella a Conte per normalizzare i rapporti con Parigi
Economia

Il presidente di Confindustria si appella a Conte per normalizzare i rapporti con Parigi

Il presidente di Confindustria si appella a Conte per normalizzare i rapporti con Parigi

 Pierpaolo Scavuzzo/Agf

 Vincenzo Boccia

Articolo aggiornato alle ore 16,20 dell’8 gennaio 2019.

Il presidente di Confindustria, Vincenzo Boccia, ha lanciato un appello al presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, perché si impegni personalmente per normalizzare i rapporti bilaterali con la Francia, dopo il richiamo dell’ambasciatore francese per protesta contro l’incontro del vicepremier Luigi Dio Maio con i Gilet gialli. “Permettetemi un appello al premier Conte, che è stato garante di tutti noi italiani per evitare la procedura d’infrazione”, e “ora sia garante di tutti noi per la normalizzazione dei rapporti diplomatici e quelli tra i governi di Italia e Francia”, ha detto Boccia a margine della due giorni di Connext. Boccia ha criticato senza nominarlo Di Maio, affermando che  “bisogna distinguere in Europa i rapporti tra governi da quelli tra partiti. Il fatto di avere un senso del limite da parte di qualche esponente di partito del Paese non guasterebbe”.

Dice Boccia: “Una cosa sono i rapporti tra Paesi e un’altra sono le piattaforme dei partiti: i francesi hanno investito 60 miliardi di euro in Italia e noi 25 miliardi in Francia e forse è opportuno evitare tensioni gratuite e quindi calmierare questa situazione. Rivolgo quindi tramite voi – aggiunge Boccia parlando con i giornalisti – un appello al premier perché chiami Macron e normalizzi la cosa specificando che sono state delle battute a livello di partiti e non rapporti tra governi. Noi – conclude – faremo un bilaterale a Parigi con la Confindustria francese, con cui i rapporti sono ottimi, ed e’ interesse della seconda manifattura d’Europa, cioe’ l’Italia, avere rapporti normali con la Francia”

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it.

Se invece volete rivelare informazioni su questa o altre storie, potete scriverci su Italialeaks, piattaforma progettata per contattare la nostra redazione in modo completamente anonimo.

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *