Prima Pagina>Economia>L’impresa assume personale stabile? La Regione garantisce contributi triennali
Economia

L’impresa assume personale stabile? La Regione garantisce contributi triennali

Le domande devono essere presentate tramite il sistema informativo SISPREG 2014 a decorrere dal 1 maggio 2018

AOSTA. Incentivi economici alle piccole e medie imprese per agevolare l’aumento dell’occupazione a tempo indeterminato. Li ha stanziati la Regione Autonoma Valle d’Aosta in un’ottica di rafforzare l’attività di queste aziende che, negli anni  di economia a picco, hanno dimostrato di reggere in termini più che positivi. Non solo. Hanno saputo contrastare i contraccolpi di una situazione finanziaria in ‘nero’, riuscendo a mantenere inalterato il  numero di maestranze. Si contano sulle dita di una mano le piccole e medie imprese che hanno abbassato la saracinesca. E, anche in questi casi, alcuni titolari sono riusciti a rialzarla e a riassumere i lavoratori in disoccupazione. E’ stato riconosciuto, in vari convegni, il notevole contributo garantito dalla piccola e media impresa nel salvare, o quantomeno, stemperare, le devastanti conseguenze della recessione su molte famiglie.

  Ottomila euro annui per un triennio di assunzione (2018/2020) o di trasformazione del rapporto di lavoro per ogni lavoratore a tempo pieno, fino ad un massimo di quattro unità lavorative. Nel caso di lavoratori a tempo parziale, la Regione riproporzionerà il relativo contributo. 

  Questa agevolazione viene riservata a piccole e medie imprese con sede operativa sul territorio regionale ed è finalizzata ad assicurare assunzioni stabili a cittadini con con maggiori difficoltà di inserimento per motivi anagrafici,, ad esempio. Contributi regionali che vanno incontro anche a iscritti disoccupati al Centro per l’impiego da almeno sei mesi, disoccupati con età superiore ai 50 anni e altri a cui manchino cinque anni alla pensione di anzianità o di vecchiaia. Incentivi economici previsti anche per la trasformazione di contratti di lavoro da tempo determinato a indeterminato a favore di personale già alle proprie dipendenze.  

 Il sostegno economico verrà riconosciuto all’impresa che dimostrerà di aver assunto e trasformato il contratto nel periodo 1 gennaio 2017/ 31 dicembre 2019.

  Molto soddisfatto Pericle Calgaro, imprenditore nel settore turistico-alberghiero, titolare di un’azienda a conduzione famigliare, presidente regionale delle Pro Loco e consigliere nazionale delle stesse. “Ritengo molto interessante questa iniziativa –  dice -.Il timore di assumere in tempi non facili viene stemperato da questi contributi”. Ricorda un programma occupazionale lanciato, oltre 30 anni fa, dallo statista Aldo Moro. “Aveva rassicurato i datori di lavoro  di questa tipologia di aziende che con l’assunzione di giovani a 500 mila lire al mese avrebbero ricevuto dallo Stato il pagamento dei contributi. Fu un successo strepitoso. Oltre mezzo milione di giovani venne assunto a tempo indeterminato. L’economia italiana fece un gigantesco salto in avanti.. Non si parlò per anni di disoccupazione giovanile. Spero che gli attuali incentivi regionali riscuotano .lo stesso successo e sanciscano la ripartenza, in grande stile del lavoro rivolto, in questo contesto, a cittadini più attempati”, conclude.

.

 

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *