Prima Pagina>Economia>L’indice DAX ha raggiunto nuovi massimi record venerdì; ecco i prossimi target
Economia

L’indice DAX ha raggiunto nuovi massimi record venerdì; ecco i prossimi target

L’indice DAX continua a essere scambiato sopra il supporto di 15.000, ma nonostante ciò non si dovrebbero scontare ulteriori turbolenze. Le preoccupazioni per il ritmo delle campagne di vaccinazione in alcune nazioni europee rappresentano un grosso problema e lasciano poche speranze per la piena riapertura delle attività economiche nelle prossime settimane.

La scorsa settimana, la Germania ha riportato il sondaggio ZEW di aprile, che ha mostrato che il sentimento economico si è contratto mentre un’altra ondata di coronavirus ha gravato sulle aziende locali.

Advertisements


Sei alla ricerca di notizie tempestive, suggerimenti e analisi di mercato?

Iscriviti oggi stesso alla newsletter di Invezz.

Il presidente della BCE Christine Lagarde ha affermato che l’economia dell’UE sta ancora soffrendo e la Banca Centrale Europea continuerà con lo stimolo fiscale fino a quando l’economia non si riprenderà completamente. Christine Lagarde ha affermato che la risposta fiscale degli Stati Uniti alla pandemia influenza positivamente anche la crescita europea.

Nonostante il lento processo di vaccinazione, molti Stati europei saranno in grado di revocare alcune restrizioni durante l’estate e sembra che il peggio sia stato evitato. È anche importante ricordare che i dati sull’inflazione per marzo hanno soddisfatto le aspettative in Germania e nell’UE.

“Il tasso di inflazione annuo dell’Eurozona è salito all’1,3% a marzo, rispetto allo 0,9% dei due mesi precedenti e alla seconda metà del 2020 deflazionistica. In tutta l’Unione Europea, i prezzi sono saliti all’1,7% a marzo rispetto all’1,3% del mese precedente e all’1,2% dell’anno precedente”, hanno mostrato i dati di Eurostat.

La bilancia commerciale dell’UE destagionalizzata ha registrato un avanzo di 18,4 miliardi di euro e i responsabili politici hanno affermato che l’UE si sta muovendo nella giusta direzione, ma il ritmo della ripresa è ancora al di sotto dei livelli desiderati. Giovedì, la BCE terrà una riunione di politica monetaria e, secondo le stime, la Banca centrale europea manterrà invariata la propria politica monetaria.

Il grado di preoccupazione della BCE per la situazione economica influenzerà in modo significativo i mercati azionari nel breve termine e, per ora, tutto indica che le previsioni di crescita saranno probabilmente riviste al ribasso.

Analisi tecnica: l’indice DAX continua a essere scambiato in una zona di acquisto

Fonte dei dati: tradingview.com

L’indice DAX ha raggiunto i suoi massimi record venerdì e se il prezzo supera i 15.500 punti, il prossimo target potrebbe essere intorno ai 15.700 o addirittura a 16.000. È importante dire che 14.000 punti rappresentano ora un potente livello di supporto e finché il prezzo è al di sopra di questo supporto, non vi è alcuna indicazione dell’inversione di tendenza.

Un consiglio: cerchi un’app per investire oculatamente? Fai trading in tutta sicurezza iscrivendoti alla nostra preferita,
eToro:

visita e crea un account

In sintesi

Venerdì il Dax tedesco ha raggiunto i suoi massimi record, ma nonostante ciò non si dovrebbero scontare ulteriori turbolenze. Questo indice continua a essere scambiato in un mercato rialzista, ma se il prezzo scende al di sotto di 14.000 punti, sarebbe un forte segnale di “vendita”. Il grado di preoccupazione della BCE per la situazione economica influenzerà in modo significativo i mercati azionari nel breve termine e, per ora, tutto indica che le previsioni di crescita saranno probabilmente riviste al ribasso.

Seguici sul nostro canale Telegram

Rispondi