Prima Pagina>Economia>Reddito e pensione di cittadinanza: da aprile 56mila nuclei sono decaduti dal diritto
Economia

Reddito e pensione di cittadinanza: da aprile 56mila nuclei sono decaduti dal diritto

L’OSSERVATORIO DELL’INPS

Al 7 gennaio 2020, 1,6 milioni di nuclei hanno presentato una domanda di Reddito/Pensione di Cittadinanza all’Inps: 1,1 milione (67%) sono state accolte, 88 mila (5%) sono in lavorazione e 457 mila (28%) sono state respinte o cancellate

20 gennaio 2020


default onloading picAl 7 gennaio 2020, 1,6 milioni di nuclei hanno presentato una domanda di Reddito/Pensione di Cittadinanza all’Inps (fotogramma)

1′ di lettura

Al 7 gennaio 2020, 1,6 milioni di nuclei hanno presentato una domanda di Reddito/Pensione di Cittadinanza all’Inps: 1,1 milione (67%) sono state accolte, 88 mila (5%) sono in lavorazione e 457 mila (28%) sono state respinte o cancellate. È quanto emerge dall’Inps. L’ente previdenziale ha pubblicato il consueto Osservatorio mensile. Da aprile 2019 a oggi 56 mila nuclei sono decaduti dal diritto.

Otto domande su dieci da Caf e patronati
L’80% delle domande pervenute all’Inps viene trasmesso dai Caf e dai patronati e il 20% da Poste Italiane. Quest’ultima percentuale, soiega l’Inps, sale al 31% se consideriamo le domande pervenute dalle regioni del Nord e scende al 15% per quelle pervenute dalle regioni del Sud e delle Isole.

In prima fila Sud e Isole
Le regioni del Sud e delle Isole, con 911 mila nuclei (56%), detengono il primato delle domande pervenute, seguite dalle regioni del Nord, con 463 mila nuclei (28%), e da quelle del Centro con 268 mila nuclei (16%).

Fonte

Rispondi