Prima Pagina>Economia>San Benedetto di Scorzè prima azienda in Italia nelle bevande analcoliche
Economia

San Benedetto di Scorzè prima azienda in Italia nelle bevande analcoliche

Lo dice il Reputation Study 2018, che posiziona davanti alle grandi multinazionali con un punteggio reputazionale pari al 75,3 punti, superiore alla media del settore

Acqua Minerale San Benedetto si attesta per il terzo anno consecutivo come l’azienda con la più alta reputazione nel settore bevande analcoliche in Italia. A dirlo è l’annuale Reputation Study 2018, la classifica di Reputation Institute, società leader a livello globale nella misurazione e gestione della reputazione aziendale. San Benedetto ha consolidato la sua posizione di leadership con un punteggio pari a 75,3 punti (“fascia reputazionale forte”) in crescita rispetto allo scorso anno e significativamente al di sopra ed in controtendenza rispetto alla reputazione media del settore. Un lodevole primato che oltre a confermare il solido sviluppo dell’Azienda, rappresenta uno straordinario risultato per il made in Italy visto e considerato che, come emerge dal ranking, San Benedetto è in testa alla graduatoria davanti alle grandi multinazionali del settore. Reputation Institute è la società nota al mondo nel campo della ricerca e consulenza specializzata in corporate reputation management, ideatrice della misurazione RepTrak attraverso la quale ogni anno viene realizzato il Global RepTrak100, il più importante studio annuale sulla reputazione delle top 100 aziende del mondo.  «Questo importante riconoscimento – dichiara Enrico Zoppas, Presidente di Acqua Minerale San Benedetto – è motivo di grande orgoglio per noi e credo debba esserlo più in generale per il made in Italy. Visto il prestigio del Reputation Institute, essere premiati per il terzo anno consecutivo vuol dire che la strada perseguita è quella giusta e continueremo a percorrerla con l’entusiasmo di sempre. Questo riconoscimento premia la fiducia che i consumatori continuano a riporre in San Benedetto, nei nostri prodotti e soprattutto nei nostri valori, che rappresentano la vera base della nostra credibilità e reputazione. Continueremo a investire nell’innovazione e nella sostenibilità ambientale, che sono ormai parte del nostro dna aziendale». Il modello RepTrak misura la percezione del pubblico in relazione alle principali aziende del mondo, su sette dimensioni razionali che rappresentano la chiave per la valutazione della reputazione: prodotti e servizi, innovazione, ambiente di lavoro, governance, responsabilità sociale e ambientale, leadership e performance. Sulla base di questi criteri, l’azienda veneta ha staccato di ben dieci punti le grandi multinazionali che ambivano al primato.

Rispondi