Vaccino Novavax COVID-19: efficacia superiore al 90% nello studio USA in fase avanzata

Novavax Inc (NASDAQ: NVAX) ha dichiarato lunedì che il suo vaccino candidato COVID-19 ha mostrato un’efficacia del 93% nella sua sperimentazione negli Stati Uniti in fase avanzata. I risultati della sperimentazione clinica hanno anche confermato che il vaccino è efficace contro una serie di varianti predominanti del Coronavirus. Il capo della ricerca e sviluppo di Novavax, il dottor Gregory Glenn, ha dichiarato:

“In pratica, è molto importante che il vaccino possa proteggere da un virus che si sta muovendo selvaggiamente in termini di nuove varianti”.


Sei alla ricerca di notizie tempestive, suggerimenti e analisi di mercato?

Iscriviti oggi stesso alla newsletter di Invezz.

Le azioni Novavax sono aumentate dell’8% nel trading pre-mercato lunedì, ma hanno perso l’intero guadagno intraday a mercato aperto. Compresa l’azione sui prezzi, il titolo sta ora scambiando le mani a $208 per azione. In confronto, Novavax aveva iniziato l’anno 2021 a un prezzo nettamente inferiore per azione di $113.

Il vaccino Novavax è efficace al 100% per i casi di COVID-19 moderati e gravi

Il processo ha visto la partecipazione di circa 30.000 volontari provenienti dal Messico e dagli Stati Uniti. Secondo la società, presenterà l’autorizzazione all’uso di emergenza per il suo vaccino nel terzo trimestre del 2021.

La società di biotecnologie americana ha inoltre espresso la fiducia che il suo vaccino a base di proteine fosse efficace al 100% per i casi moderati e gravi del nuovo virus simil-influenzale. I volontari con un alto rischio di infezione grave hanno dimostrato che il vaccino è efficace al 91%. A fronte di varianti che l’azienda non è riuscita a identificare, l’efficacia è stata di circa il 70%. La notizia arriva mesi dopo che Novavax ha dichiarato di aver registrato una perdita più ampia del previsto nel Q4.

Secondo Novavax, gli effetti collaterali del suo vaccino COVID-19 includono lieve dolore muscolare, affaticamento e mal di testa. Solo una manciata di partecipanti ha sperimentato gravi effetti collaterali. La società con sede a Gaithersburg si è impegnata a raggiungere il traguardo mensile di 100 milioni di dosi entro la fine del Q3. Nel Q4, l’azienda è fiduciosa che produrrà 150 milioni di dosi al mese.

Novavax collabora con il Serum Institute of India

L’archiviazione normativa in India, ha aggiunto lunedì l’amministratore delegato Stanley Erck, è già iniziata in collaborazione con SII (Serum Institute of India), che secondo l’amministratore delegato, non è più limitato dalla carenza di materie prime utilizzate nella produzione dei vaccini.

In una notizia separata, GlaxoSmithKline ha dichiarato lunedì che collaborerà con iTeos Therapeutics Inc per sviluppare e commercializzare un possibile trattamento del cancro. Come parte dell’accordo, il colosso farmaceutico pagherà circa 2 miliardi di dollari a iTeos.

Novavax si è comportata in modo massicciamente positivo nel mercato azionario lo scorso anno con un guadagno annuo di oltre il 2.500%. Al momento, la società quotata al Nasdaq ha una capitalizzazione di mercato di 15,94 miliardi di dollari.

Investi in criptovaluta, azioni, ETF & altro in pochi minuti con il nostro broker preferito,

eToro







7/10

Il 67% degli account che ricorre ai CFD perde denaro

Exit mobile version