Walmart collabora con Adobe per vendere il suo software di mercato ad altri rivenditori

Walmart Inc (NYSE: WMT) ha dichiarato all’inizio di questa settimana che sta collaborando con Adobe Inc (NASDAQ: ADBE) per iniziare a vendere le sue tecnologie di e-commerce ad altri rivenditori di piccole e medie dimensioni. La mossa è correlata alla visione del CEO, Dough McMillon, di espandere le fonti di profitto oltre il core business della vendita al dettaglio.

Venerdì mattina Walmart ha aperto in ribasso dell’1,0%, ma in seguito ha recuperato l’intero calo.

Perché Walmart ha scelto Adobe per la partnership?

Sei alla ricerca di notizie tempestive, suggerimenti e analisi di mercato? Iscriviti oggi stesso alla newsletter di Invezz.

Gli anni di esperienza di Adobe nei servizi basati su cloud lo hanno reso un alleato perfetto per Walmart per vendere il suo software di mercato ai rivenditori tramite un abbonamento. La tecnologia di Walmart aiuterà i rivenditori ad aggiungere comodità agli utenti per fare acquisti online e ritirare in un negozio. Il software consentirà inoltre a queste aziende di aggiungere prodotti ai negozi di eCommerce di Walmart con facilità ed efficienza.

Secondo il CEO di Adobe, Shantanu Narayen, le persone che comprano online e ritirano in un negozio fisico sono “raddoppiate o quasi triplicate” dal 2018. Nella sua intervista con Jon Fortt della CNBC, ha affermato:

“Siamo rimasti entusiasti quando hanno annunciato che avrebbero lavorato con la tecnologia Adobe per consentire alle persone di fare quest’ultimo miglio di commercio, per interagire direttamente con i clienti. Si spera che la partnership con Walmart sfrutti per noi la loro portata, la loro distribuzione e il loro desiderio di consentire a più clienti di farlo”.

COVID-19 ha alimentato gli ordini “compra online, ritira in negozio”

Adobe è stato uno dei pionieri del modello cloud e di abbonamento. I dati del suo Digital Economy Index suggeriscono che solo il 7% degli ordini totali presso i rivenditori statunitensi è stato effettuato online e ritirato presso il negozio. In confronto, un 22% degli ordini molto più elevato è stato evaso in questo modo lo scorso anno, quando gli americani erano sempre più alla ricerca di modi per ridurre al minimo il tempo trascorso all’interno dei negozi.

Le condivisioni di Adobe non sono cambiate molto venerdì.

Investi in criptovaluta, azioni, ETF & altro in pochi minuti con il nostro broker preferito, eToro

7/10

Il 67% degli account che ricorre ai CFD perde denaro

Exit mobile version