Salta al contenuto principale
  • BUONGIORNO ITALIA! Non si può scegliere il modo di morire. O il giorno. Si può soltanto decidere come vivere. Ora.John Baez

Orietta Berti: le mie ricette di Pasqua e pasquetta

di Stefania Fiorucci
L'usignolo di Cavriago, dopo l'ottima figura fatta al cooking show di Sky Uno Hd "Celebrity Masterchef", è la più titolata a consigliare ricette "sfiziose" di primavera perfette anche per Pasqua e pasquetta. Ecco le sue golose proposte
Le ricette pasquali di Orietta Berti

Orietta  Berti ha tante doti: una di queste la conoscevano in tanti, familiari, amici, ma il grande  pubblico non ne aveva la certezza. E' la perizia tra i fornelli. Perché l'usignolo di Cavriago, come è stata soprannominata sin da inizio carriera, durante il talent per vip "Celebrity Masterchef" ha mostrato quanto sia abile in cucina, sorprendendo a volte anche gli stessi giudici.

Proprio a lei abbiamo chiesto qualche "consiglio" per rendere diverso il menù di Pasqua o pasquetta: piatti gustosi che non abbiano bisogno di troppe "prove".  

"Prima di tutto vi dico che sarò di parte perché, essendo nata in Emilia Romagna, le tradizioni culinarie della mia regione influenzano tutte le mie proposte", ha spiegato orgogliosa la cantante.. "E così, anche se ormai la temperatura si è alzata, dico che se volete fare bella figura dovete offrire ai vostri commensali il risotto con la salsiccia. Perché è buonissimo e a me piace tantissimo. Non ho una ricetta particolare o qualche segreto da svelare: basta prendere una ricetta qualsiasi di risotto con la salsiccia e scegliere un buon riso, una carne saporita e fresca, le spezie giuste e il gioco è fatto. E' difficile trovare qualcuno a cui non piaccia il risotto con la salsiccia".

Risotto con la salsiccia

Con cosa lo accompagniamo?

"Più che accompagniamo lo facciamo precedere da un antipasto leggero, come la frittatina di verdure al forno. E' una frittata molto sfiziosa che viene "alta", quindi, fredda, può essere tagliata a fette. Per farla ci vogliono sei uova, una zucchina, due carote piccole, un po' di zucca, fagiolini. Si tagliano le verdure a dadini, si fanno scottare, si incorporano alle uova sbattute con il formaggio e infine si mette il composto in forno in una teglia a bordo alto antiaderente. Quando è cotto, si tira fuori, si lascia raffreddare e si fa a spicchi. E' un antipasto primaverile colorato e saporito".

Frittata alta di verdure al forno

Poi risotto con salsiccia. E per secondo?

"Pollo ripieno naturalmente. E' un po' laborioso ma si fa un figurone. Si prende un pollo pulito per bene e si mette da parte. Poi si fa un ripieno di pane grattugiato, formaggio, uova, un po' di prezzemolo e un po' di aglio. Si può aggiungere anche il pepe, il rosmarino, la cannella, dipende dal gusto personale. Si impasta il tutto e quando questa "polpettona" ha una giusta consistenza, si mette dentro al pollo, si "cuce" con il filo da cucina e si mette in forno a fare arrosto. E' splendido perché il pollo diventa croccante fuori, morbido e profumato dentro. Con il ripieno poi, tagliato a fette, si può fare un contorno gustoso. Vicino ci si può mettere un'insalatina verde". 

Qualche sfizio? Ci suggerisce qualche golosità da aggiungere tanto per fare bella figura?

"Suggerisco le prugne con la pancetta passate al forno. Sono semplicissime, si avvolgono le prugne secche in una fettina di pancetta, si ferma questo rotolino con uno stecchino e si mettono in forno ben caldo su una teglia antiaderente. Quando la pancetta è croccante si tolgono. Non solo vanno bene per qualsiasi pranzo come "sfizio" dell'ultimo minuto, ma sono un ottimo aperitivo accompagnate da un bicchiere di prosecco". 

Siamo al dolce.

"Sul dolce dico di non spendere troppe energie perché è Pasqua, la colomba è tradizione, quindi se ne mangia sempre un po', e poi c'è la cioccolata delle uova. Se proprio si desidera preparare un dolce fatto in casa, suggerisco la torta di cacao e mandorle tritate. La ricetta è facile da trovare anche su internet: prevede un po' di latte, cacao in polvere, pochi altri ingredienti. Viene alta un dito e sembra un grande cioccolatino. Perfetta per l'occasione". 

Ci dice l'ultimo "segreto" per non rischiare di sbagliare proprio durante le tavolate pasquali?

"Dico di prendervi il tempo che serve. Perché oggi andiamo tutti di corsa, troviamo gli artifizi più strani per risparmiare tempo. In cucina non si può. Ci vuole il tempo che ci vuole. Quindi rilassatevi, non abbiate paura di bruciare le cose perché alla giusta temperatura, e rispettando il tempo di cottura, non si brucia niente. La fretta, in cucina, va lasciata fuori della porta. E buona Pasqua a voi e alle vostre famiglie". 

Torta al cacao e mandorle tritate