Prima Pagina>Enogastronomia>A Roma lo Spezial Party per sostenere i bimbi sordi e sordociechi
Enogastronomia

A Roma lo Spezial Party per sostenere i bimbi sordi e sordociechi

Più di 30 protagonisti dell’alta cucina italiana fra chef, maestri panificatori, pizzaioli, pastry chef e mixologist si riuniranno l’8 aprile 2019, ore 19.30, presso Il Palazzetto dell’Hotel Hassler a Roma per dare vita allo Spezial Party 2019 una serata di raccolta benefica a sostegno dell’associazione CABSS ONLUS – Centro Assistenza per bambini sordi e sordociechi, fondata da Roberto E. Wirth, proprietario e General Manager dell’Hotel  Hassler e del Palazzetto.

Roberto Wirth, sordo profondo dalla nascita, racconta così la nascita dell’associazione: “Pensando a quando ero bambino, e alle difficoltà che ho dovuto affrontare per diventare l’uomo che sono, nel 2004 ho dato vita al Centro Assistenza per Bambini Sordi e Sordociechi Onlus, per sostenere i bambini nati sordi come me e i bambini sordociechi. Ciò che è accaduto a me non deve accadere ad altri bimbi: mi sentivo come un naufrago della vita, pervaso da un forte senso di abbandono. Il mio sogno più grande, adesso, è che questi bambini abbiano l’opportunità di mettersi alla guida di una grande nave, la loro vita, verso un futuro ricco di successi, affiancati da genitori consapevoli, in grado di comprenderli e sostenerli con il loro amore. Con CABSS tutto questo è possibile con programmi per bimbi da 0 a 6 anni, totalmente gratuiti, che potranno sviluppare le proprie abilità cognitive”.

Questo richiamo a sostenere l’associazione è stato accolto da ItaliaSquisita che da tre anni organizza in collaborazione con Roberto E. Wirth e l’Hotel Hassler, lo Spezial Party: una festa dedicata alle spezie e al rendere speciale la vita! Arriveranno chef da ogni parte d’Italia propendo i loro piatti, dolci e drink, portando allegria, gusto e divertimento. Con il piccolo contributo di 60 euro per persona si  
potranno assaporare tutti i piatti in degustazione, chiacchierare direttamente con gli chef e scoprire le nuove tendenze della mixology.

Rispondi