Prima Pagina>Enogastronomia>Eataly apre a Parigi con Lafayette, dedicato a Fraternité
Enogastronomia

Eataly apre a Parigi con Lafayette, dedicato a Fraternité

MILANO – Eataly apre a Parigi, il taglio del nastro avverrà venerdì 12 aprile, nel cuore del quartiere Marais, in un complesso architettonico storico del gruppo Galeries Lafayette, franchisee del marchio italiano, su 4.000 metri quadri di cui 2.500 aperti al pubblico.

L’edificio, spiega una nota,ha subìto importanti interventi di riqualificazione che lo hanno trasformato in uno spazio multifunzionale su tre livelli in cui trovano posto il mercato, la ristorazione e la didattica e in cui lavorano circa 300 persone, metà italiane e metà francesi.

Ogni Eataly, ricorda il gruppo, ha una dedica ispirata ad un valore immateriale e quello parigino “è dedicato al valore della Fraternité con riferimento alla parola latina “frater” che esprime amicizia profonda e incoraggia solidarietà e reciproca comprensione”.

“Ci sono voluti 12 anni perché ci sentissimo pronti a realizzare il sogno di portare il meglio delle eccellenze regionali italiane nel paese che più di qualunque altro ha saputo valorizzare e raccontare i propri prodotti” spiega Andrea Guerra, presidente esecutivo di Eataly. “I francesi hanno sempre dimostrato grande apprezzamento per il cibo italiano e non li deluderemo – commenta Oscar Farinetti, fondatore di Eataly – e ringraziamo la famiglia Houzé per aver condiviso in modo così profondo i nostri valori”. Il gruppo Galeries Lafayette ha commissionato all’artista scozzese neo-minimalista Martin Boyce la sua prima grande installazione a Parigi: tre opere permanenti saranno il pavimento, il tetto e la porta d’ingresso, un lavoro ispirato agli alberi cubisti creati dagli scultori modernisti francesi e dai fratelli gemelli Jan e Joël Martel.

Rispondi