Prima Pagina>Enogastronomia>Gb, una guida per capire come misurare porzioni ‘a occhio’
Enogastronomia

Gb, una guida per capire come misurare porzioni ‘a occhio’

(ANSA) – ROMA – Una porzione di spaghetti equivale a quelli
che stanno nel cerchio formato tra il pollice e l’indice, più o
meno delle dimensioni di una moneta da un euro, mentre una di
cereali da colazione sta nelle due mani piene. I metodi ’empirici’ per calcolare facilmente quanto si può mangiare di
quasi tutti gli alimenti sono stati pubblicati sul proprio sito
dalla British Nutrition Foundation.

La guida, realizzata in forma di schede “delle dimensioni
adatte ad essere appese a un frigorifero”, sottolineano gli
esperti, è stata ‘tarata’ su un apporto di duemila calorie al
giorno, e suggerisce innanzitutto quante porzioni al giorno di
ogni gruppo di alimenti bisogna mangiare. Per ogni alimento poi
c’è una indicazione di come calcolare la quantità ideale
utilizzando solo le mani o un cucchiaio. Una patata delle
dimensioni del pugno di un adulto, ad esempio, pesa circa 220
grammi e contiene 270 calorie. Una porzione di salmone grande
metà di una mano è invece tra i 100 e i 140 grammi, tra 240 e
355 calorie. “E’ importante avere un’idea della porzione che si
sta mangiando prima di iniziare, perchè sappiamo che serve un
po’ di tempo perchè arrivi il ‘segnale’ della sazietà – spiega
Bridget Benelam, manager della fondazione -. Probabilmente tutti
noi abbiamo avuto esperienza di aver mangiato qualcosa e poi
qualcos’altro, e dieci minuti dopo sentirsi troppo pieni”.

(ANSA).

Rispondi