Prima Pagina>Enogastronomia>I 10 punti da sfatare contro le fake news su maiale e salumi
Enogastronomia

I 10 punti da sfatare contro le fake news su maiale e salumi

ROMA – Carni e salumi sono tra i bersagli preferiti delle fake news, spesso oggetto di luoghi comuni e informazioni distorte che attingono a un immaginario collettivo infondato e non corredato di puntuali prove scientifiche. In occasione del 2 aprile – giornata internazionale dedicata alla sensibilizzazione contro la disinformazione – l’Istituto Valorizzazione Salumi Italiani (IVSI) stila un decalogo dei più celebri falsi miti sui salumi che per anni hanno veicolato nozioni errate, condizionando le scelte alimentari dei consumatori:

1) I salumi fanno venire i brufoli
Recenti ricerche hanno quasi del tutto escluso il fattore cibo e scagionato gli affettati, in quanto alla base ci sarebbero sostanze ormonali prodotte direttamente dalla cute dei soggetti predisposti;

2) Mortadella, l’insaccato degli scarti
La Mortadella Bologna IGP è fatta esclusivamente con carne suina accuratamente selezionata e poi triturata;

3) Salveremo il pianeta non mangiando carne
La zootecnia non è la principale causa di emissioni di gas serra nell’atmosfera;
 
4) Nitriti e nitrati dei salumi pericolosi per la salute
Falso, sono sostanze presenti in natura, impiegati nel settore alimentare per preservare le caratteristiche di alcuni prodotti e aumentarne il livello di conservabilità grazie alle fondamentali proprietà antibatterica e antiossidante;

5) I salumi fanno ingrassare e sono avversari dello sport
La salumeria italiana sta da anni lavorando al miglioramento nutrizionale e riduzione di grassi e sale. Inoltre, vista la ricca presenza di minerali e vitamine del gruppo B, una giusta dose di salumi di qualità è consigliata anche in caso di attività sportive;

6) Zampone e Cotechino solo a Natale
Numerosi ricettari e le preparazioni stellate e non di molti chef dimostrano il contrario, proponendo dei piatti sfiziosi a base di zampone e cotechino, buoni per ogni stagione;

7) La carne di maiale è bianca
La carne suina, pur presentandosi rosata da cruda e bianca post cottura, presenta un profilo nutrizionale tipico della carne rossa, vista l’elevata quantità di ferro e di mioglobina, proteina che conferisce il colore rosso alla carne.

8) Il salame vegano può sostituire quello classico
Il salame vegano – come tutti i prodotti di origine vegetale che fanno parte della famiglia del meat sounding avrà caratteristiche nutrizionali, metodi di produzione e provenienza localizzata completamente differenti;

9) Pane e prosciutto, merenda bandita per i nostri bambini
Falso. Le proteine animali sono alimenti molto importanti e un corretto apporto di vitamine B è essenziale per lo sviluppo neurologico e la crescita cellulare;
 
10) Per la terza età solo brodini
Con il passare degli anni, si perde progressivamente la percezione della sensazione di fame e di sete e anche il gusto si affievolisce. Sono allora consigliati alimenti saporiti, ideali per combattere l’inappetenza, facilmente masticabili e ad alto valore proteico.

Rispondi