Prima Pagina>Enogastronomia>Impiegare la forza lavoro del Reddito di cittadinanza contro la Xylella
Enogastronomia

Impiegare la forza lavoro del Reddito di cittadinanza contro la Xylella

ROMA – Impiegare i cittadini che usufruiranno del reddito di cittadinanza per impedire l’avanzata della Xylella, facendo le operazioni straordinarie di bonifica necessarie in questo periodo dell’anno. E’ la proposta lanciata da Italia Olivicola oggi in audizione in Commissione Agricoltura della Camera nel corso dell’esame per il Dl Emergenze.

“Agricoltori e amministrazioni comunali nei prossimi 20 giorni devono pulire i terreni, eliminare le erbacce, arare i campi per impedire l’avanzata della sputacchina, l’insetto vettore che trasporta la Xylella”, ha spiegato il presidente Gennaro Sicolo, “ma ancora oggi, in quasi tutti i Comuni, il verde pubblico resta completamente abbandonato a causa delle difficoltà economiche degli enti”.

Il presidente Sicolo ha poi presentato diversi emendamenti al testo, tra cui quello dedicare l’intero Fondo di Solidarietà per gli olivicoltori colpiti dalle gelate e la necessità di semplificare le pratiche di eradicazione e di reimpianto nella zona infetta. Italia Olivola chiede poi l’inserimento di misure specifiche per frantoiani, cooperative e vivai e il riconoscimento delle giornate lavorative agli operai. A questo proposito Sicolo ha richiesto di spalmare la copertura degli interessi sui mutui anche per il 2020, accelerare con l’anticipazione dei pagamenti Pac 2018-2019 e prevedere misure per favorire i lavori e le buone pratiche agricole anche nei piccoli appezzamenti. 

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *