Prima Pagina>Enogastronomia>Jeunes Restaurateurs d’Europe: 25 anni di sostegno ai giovani talenti
Enogastronomia

Jeunes Restaurateurs d’Europe: 25 anni di sostegno ai giovani talenti

Il 25esimo Congresso Jre Italia premia il talento delle nuove leve in cucina e in sala con borse di studio e stage per i giovani meritevoli. Un aiuto inoltre da parte degli chef alle persone disagiate, con ricette studiate per malati di disfagia

Roma – Compie 25 anni  Jeunes Restaurateurs d’Europe  Italia il braccio nazionale con 80 aderenti dell’associazione europea che riunisce in un costante scambio di idee ed esperienze e in una rete di promozione verso i gourmet di tutta Europa giovani talenti. In totale in Europa i ristoranti associati sono 350 con 160 hotel, presenti in 15 paesi: Austria, Belgio, Croazia, Danimarca, Germania, Francia, Irlanda, Italia, Lussemburgo, Olanda, Polonia, Slovenia, Spagna, Svizzera e Regno Unito.

Un network di professionisti lungimiranti che – con rigore, creatività e rispetto del patrimonio gastronomico locale – danno vita a una cucina moderna e profondamente radicata nel territorio.
Da questa eccellente pluralità di voci nasce, secondo la filosofia di Jre, la capacità d’innovazione e il culto del savoir-vivre del vecchio continente.
Da sempre, per garantire un futuro alla ristorazione di qualità, Jre Italia partecipa alle più importanti giurie impegnate nel scegliere le future promesse della gastronomia; inoltre sostiene progetti dedicati – come stage e borse di studio – che consentano agli aspiranti chef di domani di coltivare le proprie potenzialità e sviluppare al meglio le proprie competenze.

Creare un clima di amicizia e coltivare i nuovi talenti è dunque l’obiettivo che si è dato il XXV congresso Jre Italia, tenutosi a Roma nei giorni scorsi.
I lavori della due giorni confermano l’impegno dei Jre italiani a scoprire e mettere in luce le migliori risorse tra i giovani vocati al lavoro di cucina e di sala, non meno importante per l’affermazione di un ristorante. Il congresso è stato l’occasione per presentare i risultati del programma Discovery Talent svolto da Jre con l’Istituto E. Maggia di Stresa, la più antica scuola alberghiera italiana, che prevede 2 borse di studio dedicate ai migliori allievi di sala e cucina; fino a oggi sono 77 gli studenti che, grazie all’associazione, sono stati collocati in stage nel mondo della ristorazione al termine degli studi. E stato presentato inoltre “Intrecci”, un master per una borsa di studio al più brillante dei 15 selezionati, oltre ad uno stage operativo in un locale Jre Italia.

Nel corso dei lavori verrà poi presentata l’iniziativa dei Jre con l’Associazione Salvatore Calabrese per lo studio della disfagia, patologia che preclude in parte o del tutto la corretta deglutizione; sarà presentato in anteprima il libro con le ricette studiate dai Jre con i medici della Fondazione per aiutare coloro che colpiti dalla patologia si sentono marginalizzati.

La nostra stessa ragione sociale ci porta a credere nei giovanissimi – sottolinea il presidente Jre Luca Marchinie crediamo che anche il servizio di sala sia un fattore decisivo per il successo di un ristorante”. A conclusione dei lavori congressuali una cena di gala, che avrà luogo nello sfavillante salone dell’Hotel The St.Regis Roma, aperto dopo i lavori di ristrutturazione.

Rispondi