Prima Pagina>Enogastronomia>La dieta si fa al pc, un software prevede le proprietà degli alimenti
Enogastronomia

La dieta si fa al pc, un software prevede le proprietà degli alimenti

ROMA – Un software intelligente che parte dalla raccolta delle qualità tipiche di ogni alimento per predire le proprietà organolettiche che avranno effetto sull’organismo umano. Sarà realizzato nell’ambito di un progetto europeo Marie Skłodowska-Curie coordinato dal Politecnico di Torino e consentirà di costruire modelli molecolari, a iniziare dall’olio e dal vino per poi espandersi al patrimonio della dieta mediterranea.

Il progetto Virtuous potrà essere utile ad aziende del settore agroalimentare per la funzionalizzazione di cibi e bevande e per l’agricoltura di precisione. Potrà anche avere ricadute sia in ambito sanitario sia sul benessere generale: i medici potranno, tramite il software caricato su un pc, identificare a priori diete capaci di agire sulle funzioni a livello cellulare combinando cibi gustosi e al tempo stesso salutari, contribuendo quindi a sviluppare stili di alimentazione più sani ed equilibrati.

“È un progetto di ricerca che non cerca di trovare una soluzione per una specifica patologia, ma si focalizza sul benessere in generale cercando di spiegare attraverso metodiche ingegneristiche perché ciò che è buono è anche salutare. Si oppone quindi alla triste tendenza, maturata negli ultimi anni, verso il cosiddetto ‘cibo spazzatura’ e sposa pienamente la filosofia dello slow food, cercando di associare a questa visione un ulteriore razionale scientifico che nel prossimo futuro possa aiutare a innovare la tradizione della dieta mediterranea in maniera consapevole e sostenibile” spiega Marco Deriu, docente del Dipartimento di Ingegneria Meccanica e Aerospaziale dell’Ateneo e referente del progetto

Rispondi