Tra Social Eating e Sharing Economy
Il Social Eating è per definizione una branca della Sharing Economy che unisce tecnologia e cultura culinaria aprendo a prospettive di convivialità nuove ed impensabili prima dell’avvento del web.
Partendo dall’assunto che il cibo è da sempre sinonimo di convivialità, grazie alla tecnologia la semplice preparazione di un pasto può diventare occasione unica di incontro e condivisione, ma anche di guadagno.
Detto ciò, occorre una specificazione sul mercato della Sharing Economy, un fenomeno economico di tendenza che poggia sui principi cardine del riuso, riutilizzo e condivisione e che produce numeri da capogiro. Basti pensare che si stima che in Italia rappresenterà entro il 2025 l’1,3% del PIL, mentre la stima complessiva per l’Europa si aggira intorno ai 570 miliardi di euro.
 
Quali sono le caratteristiche principali dell’Industria 4.0?
La Sharing Economy risponde principalmente all’esigenza di unire la convenienza economica al vantaggio sociale ed esperienziale.
Tutto ciò è reso possibile dall’utilizzo della tecnologia e di piattaforme -da intendersi come vere e proprie piazze di mercato virtuali- che permettono agli individui di potersi mettere in contatto per condividere beni, servizi e tempo.
Le ragioni della nascita della c.d. Economia Circolare sono sia culturali che prettamente economiche: da un lato la crisi del 2008 ha portato i singoli consumatori a valorizzare la condivisione di beni e servizi e a massimizzare il valore economico di quanto già posseduto, dall’altro a livello culturale hanno iniziato ad affermarsi principi di tutela delle risorse ambientali e della socialità come occasione di incontro e confronto.
 
Home Restaurant, non solo una moda
Se le prime forme di Sharing Economy potevano far sorgere il dubbio di essere in balia delle mode del momento, oggi il settore è definitivamente considerato come la terra di conquista dell’economia del futuro in cui vince chi ha l’idea migliore, ossia quella che coglie nuove esigenze diffuse nella società riuscendo a soddisfarle.
La stessa Unione Europea ha più volte invitato gli stati membri a favorire la crescita delle diverse forme di Sharing Economy -tra cui anche quella degli Home Restaurant– sostenendone l’importanza attuale e le potenzialità future.
 
L’Home Restaurant, tra social e occasione di guadagno
Anche se a rilento, anche in Italia si assiste allo sviluppo di forme di Economia 4.0 nei campi più disparati e quello del food non fa eccezione.
Il cuore del concept Home Restaurant Hotel poggia sull’amore per il cibo e la cucina e, grazie ad una maggiore sensibilità per temi come quello del km0 e della tutela delle tradizioni culinarie, questa passione raggiunge la sua forma massima grazie alla possibilità di rendere tutto ciò “social”.
Mettersi in gioco e non farsi sfuggire l’occasione di prendere parte al cambiamento è facile: chiunque grazie ad Home Restaurant Hotel può mettere a disposizione degli altri la propria passione per la cucina.
 
Grazie al Social Eating, economia, convivialità e cultura diventano ingredienti di una ricetta vincente e… irresistibile!