(ANSA) – PIACENZA – Dopo il Canada arriva dal Dipartimento per il Commercio degli Stati Uniti ‘Patent and Trademark Office’ ufficio brevetti e marchi la registrazione del marchio consortile ‘Piacentino – Piacentina’ che accompagnerà i salumi piacentini a denominazione di origine protetta, sul mercato statunitense.

“Questo importante risultato – dice il presidente del Consorzio di Tutela Salumi Dop Piacentini Antonio Grossetti – gratifica e premia l’impegno profuso dal Consorzio nella tutela delle proprie denominazioni. Come è risaputo la protezione della Dop vale sul territorio comunitario, ma in mercati come quello statunitense e canadese prevalgono altre logiche e normative al riguardo”. In materia di marchi, in questi Paesi, vale il principio del ‘first to use’, il che implica l’acquisizione della proprietà del marchio in capo a chi per primo lo abbia utilizzato. “Il rischio, come avvenuto per altri importantissimi prodotti italiani, che salumi che non hanno nulla a che vedere con le nostre tre Dop vengano commercializzati con denominazioni che evochino i nostri marchi, e per ironia della sorte i nostri DOP non poterli commercializzare con le loro denominazioni Coppa Piacentina, Salame Piacentino, Pancetta Piacentina”. Il fenomeno dell’Italian Sounding “oggi vale qualcosa come centodieci miliardi di euro e tocca in modo preponderante tutte le categorie alimentari e si manifesta appunto con messaggi evocativi all’italianità attraverso l’utilizzo di diciture, colori, nomi che possono avere aspetti svianti sugli acquisti dei consumatori”. (ANSA).

Rispondi