Prima Pagina>Enogastronomia>Slowflowers Italy, fiori bio protagonisti in Chianti
Enogastronomia

Slowflowers Italy, fiori bio protagonisti in Chianti

(ANSA) – FIRENZE, 27 APR – Due giorni di dibattiti sulle coltivazioni floreali ecosostenibili o il floral design ma pure workshop pratici su come ad esempio si realizza uno slow bouquet: è quanto accadrà il 30 aprile e l’1 maggio in occasione dell’evento primaverile di Slowflowers Italy, quest’anno ospitato nell’antico complesso di Sant’Angelo Vico l’Abate, nel comune di San Casciano, nel Chianti fiorentino, fino a poco tempo fa abbandonato e che per l’occasione sarà allestito con fiori coltivati e spontanei. Del futuro del mercato floreale in ottica bio si parlerà in particolare nella tavola rotonda ‘Flower farms, grandi produzioni e floral design-mutamenti di prospettive economiche e nuovi valori’ a cui parteciperà Paolo Fontana, presidente del World biodiversity association. Tra i diversi workshop per addetti ai lavori e appassionati proposti si va dalle tecniche di composizione floreale a insegnamenti di coltivazione rivolte ai farmers fino a lezioni per valorizzare la presenza on-line di chi lavora con i fiori. Slowflowers Italy è un’associazione che ha tradotto nel mondo floreale i principi dell’alimentazione bio, predilige prodotti 100% naturali e a chilometro zero, e si impegna a promuovere una scelta floreale consapevole come volano per la ripresa economica della floricoltura italiana e per lo sviluppo del ‘floral design’ come settore di alta qualità del Made in Italy. Per farlo l’associazione culturale ha annunciato la creazione della ‘Rete di Slowflowers Italy’, piattaforma digitale dove presentare i soci che credono nel floral design ispirato alla natura e alla bellezza etica. Negli Stati Uniti e in Australia il mutamento del mercato dei fiori da taglio in ottica bio è già in atto da tempo, spiegano i promotori in una nota, e l’obiettivo della rete italiana è stimolare anche qui un dibattito che porti alla crescita del settore puntando sul fatto che la Penisola è una delle principali mete del destination wedding.(ANSA).

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *