L’asta è avvenuta in Francia e si tratta del Vin Juane prodotto negli anni di Luigi XVI dal famoso enologo Arbois Anatoile Vercel. Altre due son state acquistate per oltre 73 mila euro

Spesso si dice che il buon vino migliora invecchiando. E lo deve essere buono per davvero il Vin Juane (vino giallo) del 1774, battuto a un’asta a 103.700 euro. Avete letto bene, 1774, perché è stato imbottigliato all’epoca di Re Luigi XVI e prodotto dal grande enologo dell’epoca Arbois Anatoile Vercel. In pratica, proprio ad Arbois, nel cuore della Giura conosciuta per i vini francesi, dovevano finire al miglior offerente tre bottiglie di Vin Juane; se una ha avuto un quotazione superiore ai 100 mila euro, le altre due non sono poi andate così male, se è vero che una è stata portata casa a 76.250 euro e l’altra a 73.200. Certo, non sono cifre milionarie ma pur sempre un ottimo gruzzolo. Ma quel vino, comunque, è destinato a fare la storia, anche perché potrebbero essere le bottiglie più vecchie in circolazione.

Rispondi