Prima Pagina>Esteri>Arriva ‘The Brink’, il documentario su Steve Bannon
Esteri

Arriva ‘The Brink’, il documentario su Steve Bannon

documentario steve bannon the brink

Michal Cizek / AFP
 

 Steve Bannon

Presentato con successo allo scorso Sundance arriva nelle sale il 29 marzo – e in anteprima mondiale domani a Washington – “The Brink”, il documentario su Steve Bannon. È di oggi la diffusione del primo trailer della pellicola che porta la firma di Alison Klayman, 35enne regista già autrice di “Ai Weiwei: Never Sorry”, sul più famoso artista contemporaneo cinese e attivista per i diritti umani. 

“The Brink” mostra l’ex stratega di Donald Trump nel suo ruolo di promotore del nazionalismo e il suo percorso verso il declino. Klayman ha seguito per 15 mesi Bannon, a partire dal suo allontanamento dalla Casa Bianca fino alla sua campagna itinerante tra Arizona, Italia, Texas e Francia, in cui cerca di mobilitare e unificare i partiti di estrema destra per ottenere seggi nelle elezioni del Parlamento Europeo del maggio 2019. Tanti i leader europei presenti nella pellicola (Nigel Farage, Jerome Riviere, Filip Dewinter, Kent Ekeroth) con i quali Bannon dialoga. E in una 4 giorni veneziana, in cui Bannon ospita nella sua suite sul Canal Grande anche Giorgia Meloni, si delinea la sua idea di un movimento sovranista transnazionale che vuole affermare il proprio dominio sul Vecchio Continente.

Il documentario mostra con chiarezza il potere e l’influenza dell’ex banchiere e giornalista 65enne e il suo ulteriore reinventarsi dopo l’uscita nel 2017 dalla Casa Bianca, fino all’auto-nomina a leader di un movimento populista globale.

In “The Brink”, secondo quanto anticipato dai media statunitensi, Bannon non parla mai in termine negativi di Trump anzi lo elogia come “una figura storica e presidente della trasformazione”. Dopo aver visto il documentario, Bannon non ha rilasciato alcun commento. Parlano però le immagini: quelle in cui l’ex stratega di Trump rivendica di aver fatto nonostante il “karma negativo della West Wing, un lavoro da Dio alla Casa Bianca” e in cui predice che “Donald Trump sarà nelle vostre vite nei prossimi 30 anni, che vi piaccia o no”. 

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it.
Se invece volete rivelare informazioni su questa o altre storie, potete scriverci su Italialeaks, piattaforma progettata per contattare la nostra redazione in modo completamente anonimo.

Rispondi