(ANSA) – BOGOTA’, 6 FEB – Jhon Jairo Velásquez, meglio conosciuto con il soprannome di ‘Popeye’ ed ex capo dei sicari del narcotrafficante colombiano Pablo Escobar, è morto oggi a Bogotà di cancro all’esofago. Lo ha reso noto Radio Caracol.

In carcere dove scontava una lunga pena detentiva, ‘Popeye’ era stato ricoverato nell’Istituto cancerologico della capitale colombiana dal 31 dicembre dello scorso anno. Stava per compiere 58 anni.

Dopo aver scontato 23 anni di detenzione, il braccio destro di Escobar era uscito di carcere nel 2014, ma vi era rientrato dopo che era emerso il suo ruolo centrale nella guida di una banda dedita ad estorsioni e alla persecuzione di militanti politici, fra cui alcuni dell’ex candidato presidenziale e senatore di sinistra, Gustavo Petro.

In testimonianze durante i processi riconobbe di avere ucciso direttamente almeno 300 persone e di aver partecipato, come capo dei sicari del Cartello di Medellín, all’assassinio di altre 3.000 fra l’inizio degli anni ’80 e la fine dei ’90.
   

 

 

 

Fonte

Rispondi