Prima Pagina>Esteri>Cuba si prepara ad una nuova era senza Castro
Esteri

Cuba si prepara ad una nuova era senza Castro

Dopo oltre sessant’anni, a Cuba finisce l’era Castro, quando in occasione dell’ottavo Congresso del Partito Comunista che si aprirà venerdì, l’89enne Raul lascerà le redini del partito dell’isola all’attuale presidente cubano Miguel Diaz-Canel. Sarà la prima volta di un civile come leader del Partito comunista di Cuba dalla sua creazione nel 1965, in un avvicendamento che apre un nuovo corso per il Paese, nel segno della continuità nella linea politica.
    Se il settimo Congresso del 2016 è stato quello dell’addio pubblico di Fidel Castro, scomparso alcuni mesi dopo, l’ottavo, in programma dal 16 al 19 aprile, sarà quello del ritiro politico definitivo del fratello Raul, annunciato già nel 2018.
    E’ previsto che Miguel Diaz-Canel, 60 anni e presidente dal 2018, succeda a Raul per diventare primo segretario del partito, mentre la dirigenza politica sarà rinnovata con una nuova generazione troppo giovane per aver partecipato alla rivoluzione del 1959.
    La nuova dirigenza avrà il compito di affrontare sfide quali la grave crisi economica che sta colpendo l’isola, e ci sono aspettative sulle decisioni che potrebbero scaturire dal congresso per quanto riguarda le riforme economiche, anche a seguito della maggiore apertura al settore privato degli ultimi anni. 
   

Fonte Ansa.it

Advertisements

Rispondi