Prima Pagina>Esteri>Gilet gialli atto XII: scontri e decine di arresti a Parigi e Bordeaux
Esteri

Gilet gialli atto XII: scontri e decine di arresti a Parigi e Bordeaux

gilet gialli

I ‘gilet gialli’ tornano in piazza, questa volta per denunciare la violenza della polizia, e scatenano nuovi scontri che hanno causato diversi feriti, tra cui sei agenti, e oltre quaranta arresti. All’atto 12 del movimento, nato due mesi e mezzo fa, hanno partecipato, secondo i numeri del ministero dell’Interno, 58.600 persone in tutto il Paese. Sono stati 10 mila in meno rispetto alla scorsa settimana. Gli scontri principali si sono verificati a Parigi e a Bordeaux.

La marcia nella capitale era guidata da Jerome Rodrigues – uno dei leader del movimento, ferito sabato scorso all’occhio da una pallottola di gomma esplosa della polizia. Alla manifestazione hanno partecipato tra gli altri anche Maxime Nicolle et Eric Drouet, altri due leader considerati dei “falchi” del movimento.

Iniziata pacificamente, la manifestazione è degenerata verso le 16 in Place de la Republique. Qui si sono registrate le prime cariche della polizia, che si era schierata in formazione anti-sommossa all’ingresso della piazza sul Boulevard Saint-Martin. In seguito alcuni manifestanti hanno lanciato sampietrini e altri oggetti verso le forze dell’ordine che hanno risposto con ulteriori cariche, usando idranti e gas lacrimogeni. Alla fine venti persone sono state fermate.

A Bordeaux, roccaforte del movimento, sono state arrestate invece 17 persone. Due poliziotti sono stati feriti a Nantes e altri quattro a Valence, nel sud del Paese. Scontri sono stati segnalati a Strasburgo e Nancy. Il ministro dell’Interno, Christophe Castaner, ha condannato “fermamente” la violenza.

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it.

Se invece volete rivelare informazioni su questa o altre storie, potete scriverci su Italialeaks, piattaforma progettata per contattare la nostra redazione in modo completamente anonimo.

Rispondi