Prima Pagina>Esteri>Il sospetto incendiario della cattedrale di New York aveva un volo per Roma
Esteri

Il sospetto incendiario della cattedrale di New York aveva un volo per Roma

cattedrale new york arrestato uomo sospetto

WILLIAM VOLCOV / BRAZIL PHOTO PRESS

La cattedrale di San Patrizio a New York

Marc Lamparello, il 37enne fermato mercoledì dalla polizia nella Cattedrale di San Patrizio a New York con due taniche di benzina aveva prenotato un volo per la serata di ieri: sola andata per Roma. Era stato aggirarsi intorno alla cattedrale per circa un’ora a bordo del suo van. Poi è entrato in chiesa e ha camminato per una sessantina di metri. Aveva quasi raggiunto le ultime file dei banchi quando un custode lo ha fermato per dirgli che non poteva entrare in cattedrale con due taniche di benzina, ha spiegato il vicecommissario di polizia John Miller.

È arrivata la polizia e prima di essere arrestato, l’uomo aveva detto agli agenti dell’antiterrorismo che stava cercando di raggiungere il suo minivan perché era a corto di benzina. Miller ha detto che gli ufficiali hanno confermato che il veicolo di Lamparello invece aveva carburante nel serbatoio. Per il 37enne residente del New Jersey (insegna filosofia al Lehman College di New York) si profila l’accusa di tentato incendio doloso, condotta pericolosa e intrusione. Secondo Miller “non sembra esserci alcun collegamento con nessun gruppo terroristico”.

Il comportamento dell’uomo potrebbe essere stato condizionato da “eventi delle ultime 72 ore”, ovvero l’incendio di Notre Dame potrebbe averlo spinto a un gesto di emulazione. L’arresto è scattato quando ha rifiutato di uscire da San Patrizio e ha avuto uno “scontro fisico” con gli agenti.

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it.
Se invece volete rivelare informazioni su questa o altre storie, potete scriverci su Italialeaks, piattaforma progettata per contattare la nostra redazione in modo completamente anonimo.

Rispondi