Prima Pagina>Esteri>La Francia e il mondo intero oggi ringraziano e piangono un eroe
Esteri

La Francia e il mondo intero oggi ringraziano e piangono un eroe

‘Lascia stare lei, prendi me’: ha sacrificato la sua vita per salvarne altre. La storia dell’eroe dell’ultimo attentato in Francia. L’ufficiale ha lasciato il cellulare acceso così è stato possibile seguire quanto accadeva nel supermercato

Arnaud non ce l’ha fatta, e tutto il mondo celebra e piange un eroe del nostro tempo.  Il tenente colonnello dei gendarmi ucciso dal terrorista Redouane Lakdim si era offerto al posto di una donna in ostaggio del terrorista di Trebes

tweet ministro franceseLa notizia è arrivata nella tarda serata di ieri da un tweet del ministro dell’Interno francese Gerard Collomb “Il tenente colonnello Arnaud Beltrame ci ha lasciato. E’ morto per la patria. La Francia non dimenticherà mai il suo eroismo, la sua bravura, il suo sacrificio. Con il cuore addolorato, invio la vicinanza di tutto il Paese alla sua famiglia, i suoi parenti e i suoi colleghi della Gendarmeria dell’Aude” pubblicando una foto del tenente colonnello con la bandiera tricolore francese.

Per ore il gendarme ha lottato tra la vita e la morte: nella notte il suo cuore si è spento, troppo gravi le ferite inferte dal terrorista Radouane Lakdim. Con la morte di Beltrame, il bilancio dell’attacco di ieri sale a quattro vittime e quindici feriti.

Mi direbbe: ho fatto il mio lavoro. Queste le parole della madre di Arnaud Beltrame ai microfoni di RTL. “Sapevo che doveva per forza trattarsi di lui. E’ sempre stato così – ha detto la donna – lui ha sempre fatto tutto per la patria, da quando è nato“. “Era la sua ragione di vita – ha aggiunto – quella di difendere la patria“. “Oggi – ha continuato – mi direbbe ‘mamma ho fatto soltanto il mio lavoro’. Faceva parte del suo modo di essere“.

Secondo quanto si apprende da fonti del quotidiano locale La Depeche du Midi, Beltrame, 45 anni, aveva da poco organizzato un’esercitazione con i suoi uomini. Il tenente colonnello, si apprende, aveva voluto simulare – come in una premonizione – un attacco terroristico contro un supermercato.

Il ministro dell’Interno francese Gerard Collomb ha definito “eroe” l’ufficiale della gendarmeria che si è volontariamente offerto al posto di uno degli ostaggi, una donna, nel supermercato di Trebes dove è stato gravemente ferito dal terrorista. Il tenente colonnello della Gendarmerie “ha lasciato il suo cellulare acceso – ha precisato Collomb – dall’esterno è stato possibile seguire quello che avveniva dentro al supermercato“. Il ministro ha poi aggiunto che quando si sono uditi dei colpi di arma da fuoco, è iniziato l’intervento dei reparti speciali che ha poi portato all’abbattimento del sequestratore.

Il presidente francese Emmanuel Macron gli ha reso pubblicamente omaggio, affermando che il tenente colonnello ha “onorato la sua arma e il suo Paese” e che tutta la Francia gli rivolge un pensiero. Ferito gravemente durante l’attacco, è deceduto alcune ore dopo.

Rispondi